Resoconto del sit-in del Comitato Difesa del Cittadino

VITERBO – Riceviamo e pubblichiamo: “I componenti del comitato si sono presentati sotto la Direzione Provinciale delle Poste Italiane di Viterbo. Il Presidente del Comitato Carlo Leoni ha contattato telefonicamente la Digos (con cui si era preventivamente accordato ad incontrarsi all’ingresso della sede), che erano già presente all’interno delle poste, per poi citofonare direttamente al direttore. Dopo aver aspettato alcuni minuti si sono presentati sia la Digos sia il responsabile informandoci che il direttore stava male, invitando il presidente Carlo Leoni a lasciare un recapito telefonico rassicurandolo che sarebbe stato contattato direttamente dal direttore ( cosa che fino ad oggi non è avvenuta). Restiamo in attesa ancora per qualche giorno augurandoci che il Direttore ci contatti visto il sopraggiungere del periodo di pagamento delle pensioni che molte persone avranno sicuramente difficoltà a riscuotere, pagare le bollette, e ritirare le raccomandate. Subito dopo ci siamo spostati presso Piazza della Rocca per un sit-in di informazione, del resoconto del Direttore delle Poste , ricevendo testimonianze di persone danneggiate da vaccino e di persone discriminate poiché non in possesso del green pass.
Gli enti erogatori dei servizi pubblici stanno commettendo degli errori perché vedendo la costituzione italiana all’articolo 117 La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall’ordinamento comunitario.
A questo punto ci viene una domanda da porre: ma gli enti erogatori a loro volta hanno mandato una pec per fare degli emendamenti e interrogazioni parlamentari sia alla camera che al senato? Hanno fatto qualcosa per modificare il decreto legge del 7 gennaio 2022 n1 è possibile che non conoscano il regolamento europeo 953/2021?
Andando a vedere il regolamento europeo 953/2021 a pag. 7 (36) È necessario evitare la discriminazione diretta o indiretta di persone che non sono vaccinate,[…] il presente regolamento non può essere interpretato nel senso che istituisce un diritto o un obbligo a essere vaccinati.
La direttiva dell’erogazione degli enti pubblici dice che : “L’erogazione dei servizi pubblici nell’ambito delle modalità stabilite dalla normativa regolatrice di settore, deve essere continua, regolare e senza interruzioni.”
Dalla Carta europea Articolo 21 – Non discriminazione
Costituzione italiana all’art. 27 La responsabilità penale è personale
Gli Enti Erogatori E MAI POSSIBILE CHE NON FANNO NIENTE PER DIFENDERE GLI UTENTI ( CITTADINI) ??
Chiediamo ai cittadini da ogni parte d’Italia di unirsi con noi e di far rispettare la Costituzione Italiana, regolamenti e direttive.
Inoltre cerchiamo cittadini che abbiano problemi a riscuotere o pagare bollette, raccomandate con le Poste o Banche.
Invitiamo i cittadini a contattarci per le azioni legali da ogni parte d’Italia
Ecco il link della diretta in Piazza della Rocca: https://www.facebook.com/235880000285375/videos/684872882944594
Pagina Fb : https://www.facebook.com/Comitato-Difesa-del-Cittadino-235880000285375

Print Friendly, PDF & Email