Università Unimarconi

Riccardo Milani, Alice Rohrwacher, Neri Marcorè: al via il “Tuscia Film Fest 2024”

VITERBO – Tre ospiti d’eccezione apriranno la ventunesima edizione del Tuscia Film Fest, in programma dal 12 al 19 in piazza San Lorenzo a Viterbo e il 20 luglio nel Sacro Bosco di Bomarzo per l’evento speciale di chiusura.

Nell’arena da mille posti allestita davanti al Palazzo dei Papi nel cuore del capoluogo della Tuscia, si parte venerdì 12 luglio con Riccardo Milani che presenterà Un mondo a parte, sua ultima commedia interpretata da Virginia Raffaele e Antonio Albanese.
Sabato 13 è attesa Alice Rohrwacher. La regista, residente nella Tuscia dove ha ambientato i suoi ultimi tre film, sarà in piazza San Lorenzo per presentare La chimera e incontrare il pubblico insieme a parte del cast.
Domenica 14 luglio ecco l’atteso incontro con Neri Marcorè nella veste di attore ma soprattutto regista della sua opera d’esordio alla regia Zamora.

Tra i film italiani della stagione più apprezzati dal pubblico, Un mondo a parte racconta la vita del maestro elementare Michele Cortese (Antonio Albanese) sta per cambiare radicalmente. Dopo 40 anni di insegnamento nelle caotiche scuole romane, riceve una nuova cattedra all’Istituto Cesidio Gentile detto Jurico. Una scuola composta da una sola classe, con bambini che vanno dai 7 ai 10 anni, nel cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo.
Inizialmente Michele fa fatica ad ambientarsi, ma con l’aiuto della vicepreside Agnese (Virginia Raffaele) e dei bambini, riesce a dimenticare il suo passato metropolitano e diventa uno di loro. Quando tutto sembra andare per il meglio però, arriva la notizia che la scuola chiuderà per mancanza di iscrizioni. Evitare la chiusura definitiva dell’istituto sarà la grande missione di Michele e degli altri protagonisti.

Sceneggiatore e regista, Riccardo Milani esordisce come assistente alla regia prima per Mario Monicelli nel 1985 con Speriamo che sia femmina, e poi per Daniele Luchetti (Il portaborse; La scuola) e Nanni Moretti (Caro Diario, 1993).
Dopo alcuni spot pubblicitari, gira il suo primo film Auguri professore (1997) sulla crisi esistenziale di un docente, a cui seguono La guerra degli Antò e Il posto dell’anima, sulla chiusura di uno stabilimento industriale nel Sud Italia.
Per la televisione firma serie di successo come Tutti pazzi per amore ed È arrivata la felicità. Nel 2007 dirige il biopic Piano, solo per poi tornare al cinema commedie campioni d’incasso come Benvenuto Presidente! (2013), Come un gatto in tangenziale, Scusate se esisto!, Mamma o papà (2017), il sequel Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto (2021), Ma cosa ci dice il cervello (2019), Corro da te (2022) e Grazie ragazzi (2023). Quasi a chiudere un cerchio, torna a occuparsi del mondo della scuola con Un mondo a parte (2024).
Milani si rivela un sensibile documentarista con due ritratti intimi e appassionati Nel nostro cielo un rombo di tuono (2022), dedicato al calciatore Gigi Riva, e Io, noi e Gaber, su Giorgio Gaber, Nastro d’Argento Documentari nel 2024.

Venerdì 12 e sabato 13 luglio sarà presentato il premio Film Impresa e due dei corti vincitori dell’edizione 2024 (Wasted di Tobia Passignato e Mosaico di Yuri Ancarani) mentre per i tre film in programma il 12, 13 e 14 luglio sono disponibili le audiodescrizioni per non vedenti e le sottotitolazioni per non udenti grazie alla piattaforma Moviereading.

Le prevendite delle serate di Piazza San Lorenzo a Viterbo sono disponibili on line sul sito della manifestazione e a Viterbo presso il Museo Colle del Duomo e il Museo dei Portici.

Il Tuscia Film Fest è organizzato dall’Associazione Cineclub del Genio di Viterbo in collaborazione con l’Italian Film Festival Berlin.

Tra i partner istituzionali e non della manifestazione: MiC – Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, Enit, Regione Lazio, Comune di Viterbo, Fondazione Carivit, ANCE Viterbo, Confartigianato Imprese Viterbo, Sacro Bosco di Bomarzo, Associazione Tuscia Terra di Cinema.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE