Rientrata la navetta spaziale Soyuz con l’astronauta Parmitano

In perfetto irario, alle alle 3,49 (ora italiana),è atterrata oggi la navetta Soyuz, a bordo della quale si trovava l’astronauta 37enne siciliano Luca Parmitano,luca-parmitano tornato sulla terra dopo essere rimasto per 166 giorni sulla Stazione Spaziale Internazionale. A bordo della Soyuz anche il comandante russo Fyodor Yurchikhin, l’americana Karen Nyberg e la fiaccola olimpica dei Giochi invernali di Sochi 2014. L’atterraggio è avvenuto nelle steppe del Kazakistan. La

navetta spaziale, come da procedura, si è aperta in tre parti, lasciando bruciare il modulo orbitale e quello di propulsione nell’atmosfera. Il modulo di discesa, con a bordo i tre astronauti ha raggiunto temperature fino a 1600 gradi. C’è stata poi l’acccensione di sei retrorazzi a propellente solido per rendere più morbido l’atterraggio, avvenuto a d oltre 324 chilometri orari. Luca Palmitano è uscito dalla navicella per ultimo ed è stato subito assistito dal personale medico che lo ha avvolto in una coperta blu. Ma l’astronautca è sembrato sorridente ed in buone condizioni fisiche. Parmitano e’ rimasto nello spazio per 5 mesi e mezzo ed ha effettuato con l’americano Chris Cassidy la storica “passeggiata spaziale”, contribuendo all’attracco di tre navicell ed impiegando piu’ di 100 ore di lavoro su 30 esperimenti scientifici dell’ESA, l’Agenzia spaziale europea. La moglie Katy ha seguito il rientro a terra del marito dallo Johnson Space Center, sito a sud est della citta’ del Texas.

   

Leave a Reply