Rieti, i Carabinieri denunciano una coppia di coniugi responsabili del furto di un telefono cellulare e di minaccia a pubblico ufficiale

RIETI-  Si comunica, ai fini dell’esercizio del diritto di cronaca costituzionalmente garantito e nel rispetto dei diritti dell’indagato (che, in considerazione dell’attuale fase di indagini preliminari, è da presumersi innocente fino alla sentenza irrevocabile che ne accerti la colpevolezza) che, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Rieti hanno denunciato a questa Procura della Repubblica, una coppia di coniugi, entrambi di 55 anni, del luogo, responsabili di furto aggravato, minaccia e oltraggio a Pubblico Ufficiale e rifiuto di fornire le proprie generalità.
Le indagini hanno preso le mosse dal furto di un telefonino patito da un ragazzo di Rieti all’interno di un panificio del centro storico del Capoluogo.
La visione delle immagini del circuito interno di videosorveglianza dell’attività commerciale ha consentito ai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di giungere, in poco tempo, all’identificazione della donna, quale autrice materiale del furto.
Durante la perquisizione domiciliare, eseguita d’iniziativa, l’uomo e la donna, peraltro incensurati e insospettabili, hanno dato in escandescenze, inveendo contro i militari e proferendo frasi minacciose e ingiuriose nei loro confronti, rifiutandosi, poi, di fornire le proprie generalità.
La donna, poco dopo, ha riconsegnato spontaneamente il telefono rubato alla Stazione Carabinieri di Rieti.
Nel procedimento penale instauratosi nei confronti dei coniugi, la sussistenza della responsabilità penale sarà accertata dal Giudice.
Il presente comunicato viene trasmesso al Comando Provinciale di Rieti-Nucleo Investigativo del Reparto Operativo per la sua opportuna diffusione alle Agenzie di stampa e testate accreditate. Si inserisca nel sito web della Procura di Rieti, nell’apposita sezione:

Print Friendly, PDF & Email