Rimane chiuso l’emporio I Care, Arruzzolo: “Resto ancora fiducioso”

di WANDA CHERUBINI-

VITERBO- L’emporio solidale I Care, che serve 240 famiglie meno abbienti di Viterbo, è ancora chiuso. Alle 10 di stamani, come ci informa Domenico Arruzzolo, presidente di Viterbo con amore, il contatore della corrente elettrica dava ancora una riduzione al 15 per cento. “Sono dispiaciuto della cosa e purtroppo dobbiamo restare chiusi. Anche il dottor Marenzoni aveva tre ecografie da eseguire questo pomeriggio nello studio medico sociale che ha dovuto spostare in un altro studio, non avendo la corrente. Sono, comunque, ancora fiducioso. Il negozio dovrebbe aprire questo pomeriggio alle 15, speriamo che per quell’ora sia tornata la corrente”. Il pagamento delle bollette elettriche come quelle dell’acqua, in base alla convenzione stipulata, spettano al Comune di Viterbo, ma la corrente è stata ridotta per morosità dall’Enel da circa una settimana, fino a costringere l’emporio a chiudere appunto ieri. “I prodotti alimentari che erano nei frigoriferi sono stati sistemati altrove, grazie alla collaborazione del bar vicino – informa Arruzzolo – mentre i prodotti all’interno della cella frigorifera li abbiamo dati alla Caritas”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email