Università Unimarconi

Rinnovata la devozione a Maria SS. Liberatrice nella chiesa della Trinità (VIDEO)

VITERBO-

di MARIELLA ZADRO- Un temporale improvviso, non ha fermato, questo pomeriggio la processione di Maria Santissima Liberatrice che alle 18,00 partendo da p.zza del Plebiscito, percorrendo via Ascenzi e salendo per via Cairoli, è arrivata alla chiesa della Trinità.

Risale al 1320 la devozione per Maria Santissima Liberatrice, in quanto, un fenomeno naturale, forse una tempesta, vide la cittadinanza viterbese rifugiarsi nella cappella della Madonna.

maria ss liberatrice 4 - CopiaDi lì a poco, il fenomeno si calmò e da allora, il 28 di maggio, si rinnova la devozione all’immagine della Vergine che si trovava nella piccola chiesa degli Agostiniani.

Presenti, Mons. Vescovo Orazio Francesco Piazza, il Vescovo Emerito Lino Fumagalli, la sindaca Chiara Frontini, il presidente della provincia Alessandro Romoli, il presidente dei facchini di Santa Rosa, Massimo Mecarini con una delegazione di facchini, padre Giuseppe Scalella priore della comunità agostiniana e il Capitano dei Carabinieri della compagnia di Viterbo, Felice Bucalo.

Inoltre erano presenti i musici e gli sbandieratori con il corteo storico del quartiere Pilastro, diverse confraternite e i Cavalieri Costantiniani di San Giorgio che, nella processione, anticipavano i maria ss liberatrice 9portatori ed i facchini di Santa Rosa che si sono alternati nel trasporto del baldacchino di 3,5 quintali con l’immagine sacra della Vergine con in braccio il Bambino.

Il vescovo, all’interno della chiesa, dopo essersi complimentato con i portatori per la determinazione dimostrata, ha invitato i presenti a pregare Maria Liberatrice per essere sollevati da problemi, angustie e da tutte le difficoltà quotidiane.
La sindaca, davanti all’immagine della Madonna, ha letto la preghiera a Lei dedicata e la cerimonia si è conclusa con il canto corale mariano, Mira Il Tuo Popolo.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE