Università Unimarconi

Riunito il comitato provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica

VITERBO- Si è svolta nella giornata di ieri, 4 luglio, una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la sicurezza pubblica in cui è stata affrontata la situazione dell’ordine pubblico e della sicurezza urbana nel comune capoluogo, alla presenza della Sindaca del Comune di Viterbo e dei vertici provinciali delle Forze di Polizia.
Riguardo al primo dei temi affrontati, concernente il “Controllo di vicinato”, è emersa la necessità di rivedere il relativo Protocollo siglato nel 2023 – fondato su un sistema integrato di sicurezza e sulle sinergie tra Istituzioni e società civile – con l’obiettivo di meglio precisarne gli ambiti territoriali estendendone l’applicazione al quartiere di S. Pellegrino.
Il Comune di Viterbo ha, quindi, illustrato due progetti di Ordinanze sindacali contenenti misure finalizzate, da un lato, al contrasto a forme di degrado urbano per favorire la libera fruibilità degli spazi pubblici, la tranquillità e il riposo dei residenti, la tutela della libertà di iniziativa privata e, dall’altro, alla limitazione del consumo di alcol in determinate aree cittadine perseguendo un equilibrato bilanciamento dei diversi interessi in gioco. La corretta base giuridica dei due provvedimenti è stata individuata di comune accordo nell’articolo 50 del D. Lgs 267/2000 (provvedimenti contingibili e urgenti del Sindaco in qualità di capo dell’Ente locale). Al riguardo, è stata acquisita la disponibilità delle Forze di Polizia a collaborare con la Polizia locale cui spetta prioritariamente il compito di farle osservare.
Si è altresì convenuto sull’opportunità di proseguire i controlli periodici da parte della Polizia locale, con il supporto delle Forze di Polizia, in ordine alla regolarità abitativa e alla correttezza delle iscrizioni anagrafiche in alcuni quartieri. Tali controlli, finalizzati a scongiurare il fenomeno dell’abusivismo nella concessione degli immobili e del proliferare di situazioni anagrafiche irregolari, consentiranno anche di verificare la sussistenza di eventuali illeciti sotto il profilo amministrativo e tributario.
Riguardo alle attività di controllo del territorio nei fine settimana della stagione estiva, finalizzate a contrastare la mala movida la Polizia locale contribuirà con proprie pattuglie nelle ore notturne, anche oltre il normale orario di servizio.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE