Roma, conclusosi con successo il festival Borghi sul set

ROMA- Si è appena conclusa la II edizione del festival cinematografico Borghi sul Set organizzato dall’associazione Cinecircolo Romano il 3 e 4 Giugno presso il Cinema Caravaggio di Roma e patrocinato da Italia Nostra. Nato, infatti, dalla volontà di due iscritti, Daniela Cipollaro, della Sezione di Campobasso, e Catello Masullo, consigliere della Sezione di Roma, il festival è legato al sostegno ed alla diffusione del “Piano Borghi” di Italia Nostra, di cui è coordinatore il Consigliere nazionale, Luigi Fressoia (presidente della Sezione di Perugia).

Dopo due giornate di proiezioni con notevolissima affluenza di pubblico, la cerimonia di premiazione conclusiva ha visto assegnati questi premi:

· Miglior Lungometraggio: Un Mondo a Parte, di Riccardo Milani;

· Migliori Cortometraggi ex aequo: Il Giovane Silone, di Gabriele e Saria Cipollitti; L’oro di Navelli, di Marco Migliozzi; Grazie Michele, di Rosario Errico;

· Menzione Speciale della Giuria a Eravamo Bambini, di Marco Martani;

· Premio di Roma Lazio Film Commission a Eravamo Bambini, di Marco Martani;

· Premio “Borgo più cinematografico” ex aequo a NAVELLI, MINTURNO, OPI.

Quest’ anno nel programma è stato felicemente inserito anche un FORUM, fortemente voluto (e organizzato) da Italia Nostra dal titolo “Il ruolo del cinema nella campagna di valorizzazione dei Borghi”, con interventi di: Rossano Pazzagli, professore associato di Storia moderna e contemporanea e Storia del Territorio presso l’Università degli Studi del Molise, Luigi Fressoia, architetto; Gennaro Matacena, architetto esperto di restauri, (suo il recupero del Borgo del Castello di Postignano; Oreste Rutigliano, Consigliere nazionale Italia Nostra; Alfredo Valeri, responsabile del Centro Studi Gianfranco Imperatori dell’Associazione “Civita”, per ha illustrare l’evento “Ansa Incontra”, per la valorizzazione dei Borghi Italiani (collaborazione Ansa-Civita); Paola Peraro, scenografa del film Eravamo Bambini e Marco Dentici, a sua volta affermato scenografo; ed interventi anche dei rappresentanti dei comuni premiati quali borghi più cinematografi – Opi, il Sindaco Antonio Di Santo; per Minturno, l’Assessore alla Cultura Rita Alicandro; per Navelli il Sindaco Paolo Federico.

Il dibattito ha ripercorso, nella passione che suscita il Cinema, i fondamentali del Piano Borghi: interventi come occasioni per assicurare ottimi restauri associati ad indispensabili misure antisismiche e ogni possibile misura economico-sociale per ridare speranza e consistenza alle comunità che resistono e per auspicare una politica unitaria, consistente e di lungo respiro a favore delle aree interne. Due giornate, due eventi in uno dove la predicazione di Italia Nostra si è intrecciata brillantemente con le voci e le immagini del Cinema. E dove si è auspicato di aggiungere per la prossima edizione un terzo evento: un concorso fotografico dal titolo: ” Paesi e Paesaggi”. Come dire, andiamo avanti nel segno della tutela e nella esaltazione della bellezza dell’Italia Minore, ora anche minacciata dalla proliferazione di impianto eolici e fotovoltaici industriali non pianificati e aggressivamente imposto alle Comunità locali.

Per l’occasione raccomandiamo a tutti la visione dei cortometraggi e dei lungometraggi programmati durante il festival e reperibili sulle piattaforme di streaming. Da ultimo non mancate di vedere il film dedicato al Borgo di Castel di Tora, che, pure non premiato, ha rappresentato per tutti la scoperta di un gioiello del Cinema: Orlando, di Daniele Vicari, nella indimenticabile interpretazione di Michele Placido.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE