Ronciglione: Carabinieri indentificano e denunciano 34enne per furto con strappo di collana d’oro

RONCIGLIONE (Viterbo)- Era riuscita a fuggire, ma è poi stata identificato dai Carabinieri, che hanno denunciato, in stato di libertà, per il furto con strappo di una collana d’oro una donna straniera di 34 anni.
I fatti sono accaduti a Viterbo, dove una signora del posto che è stata avvicinata da una donna che, distraendola con il pretesto di chiedere informazioni, con gesto repentino le ha strappato dal collo una collana in oro, per fuggire subito a piedi e raggiungere un’autovettura con a bordo il complice.
La vittima, dopo un iniziale smarrimento, ha contattato il 112 e all’equipaggio del Nucleo Operativo e Radiomobile di Viterbo ha fornito i primi e importanti dati sulla donna e sull’autovettura. Dopo le immediate ricerche, diramate su tutta la Provincia, una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Ronciglione ha percorso le strade da e per Viterbo e, lungo la Cassia in direzione Roma, ha notato un’auto simile a quella segnalata: a bordo una coppia con un bambino, gli adulti corrispondenti alla descrizione.
Con i colleghi di Viterbo sono stati svolti gli ulteriori accertamenti supportati dalla denuncia della vittima, appurando la presenza della coppia in città a Viterbo, che in fase di identificazione non ha fornito precisazioni sugli spostamenti.
La presunta responsabile è stata denunciata per furto con strappo.

PRESUNZIONE DI INNOCENZA
Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE