Ronciglione: un Carnevale indimenticabile! (VIDEO)

di ANNA MARIA STEFANINI-

RONCIGLIONE (Viterbo) – Ronciglione, Città del Carnevale, riconosciuto e apprezzato da tutti come dei più belli d’Italia. Oggi, domenica 29 gennaio, il primo dei tre grandi Corsi di Gala del 2023. Tanti gli eventi del Carnevale ronciglionese. Dal 29 gennaio al 21 febbraio, Ronciglione diventa la città del divertimento tra sfilate, corsi di Gala, maschere, artisti di strada, gastronomia, veglioni e appuntamenti gastronomici. Uno spettacolo sempre nuovo, entusiasmante e affascinante.
È lo storico e unico Carnevale di Ronciglione le cui radici sono da ricercare nel periodo farnesiano (1537-1649), quando nel cuore della Tuscia si svolgevano le Pubbliche Allegrezze, corse di cavalli senza fantino.

Il Carnevale quest’anno è cresciuto ancora.
Splendide maschere, carri allegorici innovativi e tanto, tanto divertimento: da Raffaella Carrà ai Lego, dai glicini alla morte e poi ancora matrioske, avvoltoi, farfalle e decine di gruppi mascherati.
Ciò che colpisce, oltre all’allegria e agli splendidi carri, è la cura dei particolari dei costumi.
La giornata soleggiata ha favorito l’afflusso dei visitatori.
Due anni stop forzato non hanno fatto che aumentare la voglia dei ronciglionesi di dare nuovo impulso ad una delle tradizioni più antiche di Ronciglione.
La macchina organizzativa del Carnevale è certamente n moto da mesi. Questo Carnevale tanto atteso ha però un retrogusto amaro per la popolazionedi Ronciglione, perché manca una figura importante: quella di Claudio Caterini, ex presidente dei Nasi Rossi recentemente scomparso a soli 52 anni.

La storia del Carnevale di Ronciglione parte da lontano.

È dal 1570 che questa cittadina celebra il suo inimitabile Carnevale: nemmeno le truppe giacobine francesi – che incendiarono la cittadina nel 1799 – riuscirono a porre fine alla tradizionale festa, che riprese pochi anni dopo il saccheggio con più spirito.

Oggi il Carnevale di Ronciglione – dopo aver cambiato le sue norme e la sua manifestazione – appare fortemente ispirato dal carnevale romano rinascimentale e barocco. Ma è comunque unico e non imitabile. Il suono del campanone del municipio, la danza saltarello accompagnata dalla banda comunale, i carri allegorici e la sfilata dei Nasi Rossi, maschera tipica locale che offre in Piazza della Nave rigatoni al ragù in pitali di terracotta: tutto contribuisce a creare una festa indimenticabile.

Ovviamente le date imperdibili sono quelle di giovedì e martedì grasso, e il lunedì dei Nasi Rossi. Infatti, proprio nella giornata di giovedì 16 febbraio 2023 si darà il via alla celebrazione del Giovedì Grasso: la giornata inizierà alle 14.30 con il Campanone di Carnevale darà i suoi rintocchi per annunciare a tutti gli astanti il ritorno del Re Carnevale. Poi, si proseguirà con la follia di Carnevale, con la Parata Storica degli Ussari, il Gran Carnevale dei Bambini per concludere in bellezza l’offerta di tozzetti e vino da parte della Confraternita di Sant’Orso.

L’altro giorno da non perdere, sarà poi sabato 18 febbraio, quando sarà la volta del Sabato Ghiotto: assolutamente da non perdere quest’anno la celebre Carnevale Soap Box Race – una parata di carrozzette – e il Carnevale Jotto, un pomeriggio gastronomico a base di porchetta calda.

Uno spettacolo di Carnevale!

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE