Sant’Antonio Abate celebrato anche a San Martino al Cimino

di MARIA ANTONIETTA GERMANO –

VITERBO – Il freddo pungente di queste ore ha ridotto le presenze di quadrupedi e bipedi (proprietari di cani e cavalli, ndr) nella piazza principale del borgo di S. Martino al Cimino dove questa mattina, per la festa di Sant’Antonio Abate, si è tenuta, nonostante tutto, la consueta benedizione degli animali officiata dal vice parroco dell’Abbazia cistercense.

Hanno risposto all’appello molti cani, tre cavalli e nessun gatto (i furbissimi si sono nascosti) e tanti bambini infreddoliti che si sono molto divertiti al festoso abbaiare degli amici pelosi. Tra il pubblico anche Sybille Molle la dottoressa che cura i cavalli, i loro infortuni e il rendimento atletico e si appoggia alle strutture dell’Associazione sportiva dilettantistica Tuscia Sport Equestri di S.Martino al Cimino.  Con lei, gli animali in piazza si sono sentiti supercontrollati.

Print Friendly, PDF & Email