Sant’Antonio Abate: una tradizione sempre viva

di MARINA CIANFARINI-

BASSANO ROMANO (Viterbo) –   I protagonisti di queste ore sono i nostri amici animali, di varie specie e diverse grandezze, col pelo profumato di un ultimo lavaggio o una dolce coccarda tra la criniera. Erano loro che stamattina  si sono mostrati tra le vie di Bassano Romano, pronti a ricevere la benedizione nella grande piazza, sullo sfondo della Chiesa Santa Maria Assunta adornata per l’occasione.La festa ha aperto le danze nella giornata di ieri: una processione votiva con l’immagine del Santo ed a seguire la Santa Messa celebrata dal parroco don Giuliano. La cena dei Confratelli presso i locali dell’associazione Amici del Cavallo ha caratterizzato la serata.
benedizione-animali-bassano-cavalli-compressorNella mattinata di oggi una delegazione di Cavalieri si é recata dal Signore uscente Rossano Capocchia che, con l’immagine di Sant’Antonio, accompagnati dalla banda musicale “Santa Cecilia” di Monterosi,  diretta dal maestro Aldo Tamantini, ha proseguito il cammino verso l’abitazione del nuovo Signore. Ad attendere i presenti una ricca colazione offerta da Mario Patricelli, indiscusso protagonista.
Le strade, solitamente percorse da numerose macchine, hanno lasciato spazio ai cavalli e ai cavalieri, radunati nelle rispettive contrade, mentre il profumo di Carnevale, tra dolci e primi vestitini dei bambini, si è mescolato al vento fresco di gennaio.
Le stelle filanti hanno colorato il percorso degli abitanti di Bassano Romano che, con i cuccioli di casa o con il solo desiderio di illuminare gli occhi di una domenica diversa, si sono diretti in piazza per la tradizionale benedizione.
Alle ore 11:30 il parroco don Giuliano era lì ad attendere l’arrivo degli animali e, in una sfilata sentita e gioiosa, al grido di “Evviva Sant’Antonio!” la festa si è mostrata nella sua tradizionale forza.
benedizione-animali-bassano-bimba-compressorTanti i presenti e numerosi i bambini con lo sguardo rivolto ai protagonisti della cerimonia che, con la loro meravigliosa ingenuità osservavano ogni minimo particolare degli amici a quattro zampe.
Qualche piccolo protagonista ha cavalcato un cavallo, con l’aiuto di papà, pronto a sostenerlo ad ogni passo. Una bambina vestita da principessa ha esclamato: “Guarda che coccarda bellissima ha quel cavallo sulla coda!”  osservando l’animale passare.
La banda musicale di Bassano Romano ha accompagnato la benedizione rimanendo profondamente fedele alla tradizione, mentre la festa proseguirà nelle ore a seguire.
Tutti i Confratelli e i cavalieri sono protagonisti di un ricco pbenedizione-animali-bassano-piazza2-compressorranzo presso i locali dell’Associazione Amici del Cavallo.
L’appuntamento  è per il prossimo anno, mentre il paese continuerà a non perdere il suo calore per una festa che ha il sapore di antico, ma s’illumina ogni anno di una luce diversa, ove lo stupore dei bambini promette un futuro bellissimo.

 

Print Friendly, PDF & Email