Sbottonati, Cinalli: “Sui fondi alla cultura, mantenere aperto il dialogo”

“Rispetto tutte le associazioni e le ho incontrate ma alla fine chi decide è la politica”, da questa frase pronunciata dal sindaco Leonardo Michelini in consigliosbotto comunale parte la puntata di mercoledì 13 di Sbottonati. Puntata durante la quale riecheggia la celebre frase del Marchese del Grillo: “Mi dispiace ma io so io e …”. Il tema è quello del regolamento, di

cui si vuole dotare l’assessorato alla Cultura, per l’assegnazione dei finanziamenti alle iniziative culturali. L’antefatto: l’amministrazione comunale contatta le associazioni per sviluppare in maniera partecipata il regolamento. Le associazioni presentano tutta una serie di emendamenti alla bozza originaria. In commissione cultura vengono bocciate in massima parte le proposte delle associazioni. Il regolamento portato in consiglio prevede che il 50% dei fondi vengano dati tramite bando e il 50% in maniera discrezionale. Simone Carletti e Roberto Pomi hanno cercato di approfondire la riflessione su questo tema. Non va a buon fine la telefonata al consigliere Maria Rita De Alexandris di Viva Viterbo, impegnata in commissione Bilancio. Squilla il telefono di Umberto Cinalli (Sel): “Serviva maggiore tempo per un confronto con le realtà culturali. Alcune parti del regolamento non le condivido, altre vanno migliorate. Importante è mantenere il confronto con gli operatori culturali. Bisognerebbe abbassare tutti i toni e tornare al confronto, non va mai interrotto. Mi auguro che le parole del sindaco non significhino chiusura del confronto con le associazioni culturali”. I conduttori ricordano l’apprezzamento per il regolamento dichiarato dal consigliere di Sel Moricoli e Cinalli replica: “La posizione di Moricoli è personale, la posizione di Sel è più organica. La posizione di Moricoli è contenuta all’interno delle posizioni di Sel, dove ci sono persone che vedono questo regolamento come un passo avanti e chi invece ritiene che si poteva fare di più”. Per il consigliere Gianluca De Dominicis (Cinque Stelle)questa del regolamento per i bandi del settore cultura poteva essere un’occasione per far fare al Comune un grande passo avanti, “invece siamo rimasti come è sempre stato”. L’esponente di Grillo a Viterbo si “sbottona” anche un po’: “Un buon regolamento sui fondi, in un momento in cui la politica non gode di ottima salute agli occhi del cittadino poteva essere uno strumento per fugare ogni malo pensiero”. Intervista di chiusura con il direttore del Corriere Evandro Ceccarelli che legge tutta questa situazione come figlia della fragilità della politica: “Il rischio è quello di voler accontentare tutti ma così si finisce per scontentare ognuno”. Sbottonati è in onda tutti i lunedì, mercoledì e venerdì su Radio Verde (fm 103.9 – 93.1, in streaming su www.radioverde.it, in podcast su www.funamboli.it) dalle 11 alle 12.

   

Leave a Reply