Strade Aperte e AK Maremma in campo per monitorare i possibili rischi legati all’impianto a biogas di Canino

digestatoOltre al Comune di Montalto di Castro anche l’Associazione Strade Aperte, unitamente ad AK Maremma (in qualità di Ente di Protezione Ambientale riconosciuto dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare) scendono in campo contro i possibili rischi legati all’attività della Centrale a Biogas di Canino.

 

Strade Aperte e AK Maremma hanno effettuato dei sopralluoghi, monitorato, fotografato e fatto prelevare campioni, nonché annotato le zone interessate dai composti oggetto di spanditura del digestato nei territori di Canino e Montalto.

Le due Associazioni, attivandosi congiuntamente alla Polizia Provinciale ed al Corpo Forestale dello Stato, hanno fatto verificare la procedura seguita dall’impianto di Biogas di Canino. La UDI BIOGAS Italia (società con sedi anche all’estero e, casa madre presumibilmente in Austria) è stata oggetto anche di segnalazione (vedi foto tratta dal sito dell’Ente interessato) da parte del Comune di Montalto di Castro, in particolare l’assessorato presieduto dal vice sindaco Luca Benni, al quale viene riconosciuto l’impegno profuso per migliorare la qualità della vita della cittadinanza.

“Tali segnalazioni – spiegano i referenti delle due associazioni, Massimo Morelli presidente di Strade Aperte e Giovanni De Caro responsabile AK Maremma per la provincia di Viterbo – sono state inoltrate solo al fine di monitorare lo spandimento del digestato (sia nella quantità che nella qualità) poichè lo stesso, proveniente dall’impianto sopra indicato, è formato prevalentemente da materiale di origine vegetale (presumibilmente trattato) che potrebbe se non manipolato – secondo normative specifiche – entrare nel ciclo alimentare (acqua e cibi vari) degli abitanti del Comune di Canino e Montalto di Castro. E’ un dovere del primo cittadino tutelare la salute delle persone ed è un nostro dovere seguire questi controlli al fine di tutelare la popolazione e l’ambiente da eventuali irregolarità che prevedono sanzioni amministrative e penali”.

Le Autorita’ stanno quindi verificando la qualità e la bontà del digestato sparso in località Monterozzi del Comune di Canino e in parte nel Comune di Montalto Di Castro.

   

Leave a Reply