Student Life: Reflective of Cultural Differences

No matter what kind of University a student attends, whether it is large or small, American or Italian, there is always a unique student life. Classes and studying only occupy so much time; the rest must be spent in some manner. As I have attended studenti-americanian Italian University for about two months now, I have started to notice the differences in student life between Italy and America. In America, each University has its own uniqueness to this time spent outside of class and studying. As friends of mine have attended different colleges, I have been able to

understand some of the specific characteristics that each school brings. Some are very athletic, with a reputation for quality sports.

Others are artistic and full of creativity, both inside and outside the classrooms. Some are outdoorsy, students taking every chance they can to hike, while others are passionate about the large city in which they are integrated. While many American colleges have some sort of main theme for student life, almost all of them hold these different draws in some degree, making it an enjoyable place for any student.

My college, the University of South Carolina, home of the Gamecocks, is very large and averages about 30,000 students a year, both undergraduate and graduate. Because of the size, it must be a place that suits every student’s desires in one way or another, so we have many options when it comes to occupying time outside the classroom. In general, our main draw is sports, however. In the fall, students dedicate almost every Saturday to Gamecock football, whether the game is at home or at another school. Similarly, in the spring, Gamecock baseball games always have a high occupancy of students.

Even if students are not attending a sports event, many are playing in them. This ranges from simply tossing a frisbee with friends on the Historic Horseshoe, to playing intramural sports, to playing a club sport, and even playing on the University’s varsity team. Intramural sports are small tournaments for almost any sport, open to any student, that are played among different teams from the same school. Club sports are somewhat more serious, with teams that travel to play other Universities. Whatever a student’s interest in sports, there are many opportunities to take part in. In addition to sports clubs, there are several other clubs that students can be involved in. There are over 400 clubs and organizations to join: sororities and fraternities, service groups, military, religious, and political groups, honor societies, student governments, entertainment and media clubs, and countless more. Additionally, many students hold a job in their time outside of studies. In general, students in America fill their free time with several things.

Many students will be enrolled full-time in school, involved in at least one club, and working at least one job. It is an aspect of American culture to always be busy doing something. Back at school, I am happy if I have even one free hour a day to relax. We get caught in a cycle of staying busy, always accomplishing something, and leaving no time for proper rest. Because of this, it is characteristic of American culture to leave no time for proper relationships, either. Hardly ever do we simply sit and enjoy the presence of other people.

Even if we do, we are likely distracted by technology at the same time, not giving our full attention to the company around is. Since studying in Italy, I have noticed a great difference in student life. At the University at Tuscia, there are hardly any clubs to be involved in. It certainly focuses almost solely on studies, offering little else for students. However, because of this, I have found that students end up spending much more quality time with each other.

Throughout the weekday, students are seen in the common areas, talking and being with each other while they study. Many work a job in their free time, but the general feel of student life seems less chaotic than in America. This is very appealing to me because it is so different. In Italy, culture focuses more on relationships than productivity, so naturally this trend also trickles into Universities and the lives of students. Neither of these types of student lifestyle is better or worse, but there advantages and disadvantages to each.

Of course there is enjoyment in clubs and organizations, as well as value in productivity, but often I wish that American culture was not so busy. It would be helpful to gain some of the Italian emphasis on relationships, because I feel that with such crammed schedules, Americans are losing their abilities and chances to relate to other people.

I am grateful to be experiencing both types of student lives. I feel that I am already learning a lot about the Italian way, which I am excited to bring home to America with me.

Traduzione: La vita degli studenti: riflesso delle differenze culturali.

Non importa che tipo di Università uno studente frequenti, se sia piccolo o grande, italiana o americana, sarà sempre un’esperienza unica. Le lezioni e lo studiare occupano solo una parte del tempo, il resto bisogno impiegarlo in qualche modo. Visto che sto frequentando un’università italiana da due mesi, ho cominciato a notare le differenze culturali tra il mio paese e l’Italia. In America, ogni università ha la sua unicità fondata sulla maniera in cui viene organizzato il tempo libero. Visto che alcuni miei amici avevano frequentato diversi college, ho potuto farmi un’idea delle diverse caratteristiche che ogni scuola porta con sé.

Alcune sono molto “atletiche”, con una reputazione dal punto di vista sportivo. Altre sono “artistiche” e piene di creatività, sia dentro che fuori l’aula. Alcune sono “all’aria aperta”, ossia portano gli studenti a far gite ogniqualvolta ce ne sia la possibilità, mentre alcune sono radicate nelle città dove sono integrate. Molti college americani hanno una sorta di tema principale per la vita dello studente, ma quasi tutti cercano di accontentare ogni tipologia di studente.

Il mio college, l’Università della South Carolina, sede dei Gamecocks, è molto grande e ospita circa 30.000 studenti all’anno. Visti i grandi numeri, deve essere un posto che soddisfi i desideri di tutti gli studenti, cosa che crea molte opzioni per il tempo fuori l’aula. La nostra caratteristica fondamentale è lo sport. Nel semestre autunnale, gli studenti si dedicano quasi ogni sabato alla squadra di football (Gamecocks), sia che la partita sia in casa o in un’altra università. Ciò succede anche in primavera, quando il baseball diventa la principale occupazione degli studenti. Chi non va ad assistere agli eventi sportivi è perché ne fa parte come giocatore.

Le attività variano dal lanciare un frisbee con gli amici nel prato chiamato Horseshoe, al partecipare tornei (intramurals), far parte di un club sportivo o far parte della squadra universitaria delle riserve. Gli intramurals sono dei piccoli tornei per diversi tipi di sport che si praticano al coperto, ai quali possono partecipare tutti gli studenti e durante i quali squadre della stessa università si sfidano. I club sono un po’ più seri ed hanno delle squadre che viaggiano per giocare contro le squadre di altre università. Qualunque sia l’interesse per lo sport di uno studente, ci sono innumerevoli opportunità di partecipazione. Oltre ai club sportivi, ce ne sono altri nei quali gli studenti possono essere coinvolti. Ci sono oltre 400 clubs e organizzazioni alle quali ci si può iscrivere come confraternite, gruppi di servizio, gruppi politici, militari, religiosi, società onorarie, organi di rappresentanza degli studenti, club di divertimento e comunicazione e molti altri. Inoltre, molti studenti hanno un lavoro. Generalmente, gli studenti in America riempiono il loro tempo libero con ogni tipo di attività. Molti sono iscritti a scuole a tempo pieno, fanno parte di almeno un club ed hanno un lavoro.

È uno degli aspetti della cultura americana quello di essere sempre impegnati; di ritorno a scuola, sarei contenta se avessi almeno un’ora al giorno per rilassarmi. Rimaniamo intrappolati in un circolo vizioso di cose da fare, e non lasciamo tempo per riposarci. A causa di questo atteggiamento, è tipico della cultura americana non avere tempo per le relazioni umane. È difficile che ci sediamo con altre persone per goderci il momento senza avere cose da fare. Ad anche se lo facciamo, ci lasciamo distrarre dalla tecnologia, senza dare la completa attenzione alle persone con cui stiamo. Da quando sono in Italia, ho notato delle grandi differenze nella vita degli studenti. All’università della Tuscia, ci sono pochissimi club. È principalmente centrata nello studio ed offre poco altro agli studenti. Per questo, gli studenti passano molto più tempo di qualità tra di loro.

Durante la settimana gli studenti passano il loro tempo nelle aree comuni, chiacchierando e studiando. Molti lavorano durante il loro tempo libero, ma in ogni caso la loro vita sembra meno caotica di quella degli studenti americani. Questo aspetto è molto interessante per me perché è così diverso da ciò a cui sono abituata. In Italia, la cultura è più focalizzata sulle relazioni personali che sulla produttività, e ciò si riflette anche nella vita universitaria. Nessuno dei due stili di vita è meglio o peggio, ma ci sono vantaggi e svantaggi per tutti e due. È vero che partecipare ai club e alle organizzazioni è divertente, così come essere produttivi ma spesso vorrei che la cultura americana non fosse così impegnativa.

Sarebbe di aiuto avere un po’ dell’entusiasmo per le relazioni umane tipico della cultura italiana, perché credo che con un’agenda così fitta, gli Americani stiano perdendo la loro abilità e le opportunità di relazionarsi con gli altri. Mi sento grata per il fatto che ho vissuto sulla mia pelle entrambi gli stili di vita studentesca. Sento che sto imparando molto dallo stile italiano e sarò contenta di portarlo con me in America.

   

Leave a Reply