Studenti senza termonsifoni all’Egidi ed all’ITT Da Vinci

di WANDA CHERUBINI-

VITERBO- E’ iniziato l’inverno e, purtroppo, i termosifoni non funzionano in alcune scuole di Viterbo, costringendo i ragazzi a fare lezione con i giubbotti in classe. Di certo non una situazione ottimale per i ragazzi che restano in classe per sei in aule gelide, per via di termosifoni che non si accendono. Il primo caso riguarda la scuola media Egidi, dove la scorsa settimana la caldaia era stata chiusa per una perdita di gas che era stata segnalata proprio all’ora di apertura della scuola. Ma a quanto pare, secondo le rimostranze di molti genitori, i termosifoni non sono più partiti da allora. Ma dal Comune di Viterbo spiegano che i termosifoni sono ancora spenti perché, dopo il caso della fuga di gas della scorsa settimana, il dirigente Eugenio

Egidi

Monaco ha ritenuto opportuno far effettuare delle verifiche agli impianti negli istituti scolastici di spettanza comunale. Il risultato  è stato l’evidenza di alcune criticità che vanno risolte. Il Comune intanto ha avvertito i presidi e pensa di riaccendere gli impianti nel giorno di due-tre giorni.

Senza termosifoni anche alcune aule dell’ITT Da Vinci. In particolare sono al gelo gli studenti della I E Informatica, ma restano con i termosifoni spenti anche altre aule, come quella della Lim. I docenti hanno segnalato il disservizio alla Provincia, che ha competenza per gli edifici delle scuole superiori, ma ancora non è stato fatto nulla e i ragazzi sono costretti a passare dentro aule gelide anche otto ore di lezione. Una situazione che non può certo andare avanti così, visto che, tra l’altro, le previsioni non danno nulla di buono e si prevedono, oltre alle piogge, abbassamenti delle temperature nei prossimi giorni.

 

Print Friendly, PDF & Email