Successo al campionato nazionale di BJJ per la Lotus Club di Viterbo

Ennesimo successo della Lotus Club BJJ di Viterbo, capitanata dal Maestro Federico Burratti, alla 13° Italian National Brazilian Jiu-Jitsu Championship Open Gi E No-Gi che si è disputata presso il PalaTorrino di Roma. Il contest, organizzato dalla BJJ ITALIA, il Settore Brazilian jiu-jitsu dell’ASC (Ente del CONI), ha visto 1.220 iscrizioni per gare su 12 tatami, in una manifestazione di dimensioni davvero colossali.
Visto il contesto le medaglie di bronzo portate a casa dagli atleti della Lotus Club sono state particolarmente significative: sul podio sono infatti saliti Matteo Tanturri e Viduka Kaushal
Samarajeewa.
Questi ottimi risultati seguono alle altre grandi soddisfazioni raccolte in questi primi mesi dell’anno dalla scuola di arti marziali viterbesi, che ha scelto di dedicarsi al brazilian jiu-jitsu proprio per le peculiarità di questa disciplina, che vedono come elementi distintivi l’assenza di colpi e la particolare capacità di gestire la forza dell’avversario a proprio vantaggio. Anche per queste caratteristiche il BJJ è una disciplina particolarmente adatta all’autodifesa personale. In ragione di ciò, infatti, il maestro Burratti è stato anche di recente impegnato nell’evento “Combattiamo la paura”, una iniziativa svoltasi a Tarquinia per promuovere la tematica della sicurezza personale e dell’importanza dell’autodifesa, e sarà coinvolto in un omonimo progetto rivolto alle scuole di secondo grado della Tuscia che vedrà avvio a fine Settembre.
La pratica del BJJ è in forte sviluppo poichè, oltre a trasmettere disciplina e valori positivi quali l’attitudine allo sport ed il rispetto per gli altri, non promuove la violenza e risulta particolarmente adeguata per accrescere l’autostima, la consapevolezza delle proprie risorse fisiche ed interiori. E’ dunque perfetta sia per i bambini che per gli adolescenti, e risulta importante anche per le donne.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE