Successo per l’Air Show, ma scarso il numero delle navette

di WANDA CHERUBINI-

VITERBO- Successo per la manifestazione Air Show  sul lago di Bolsena, dedicata al 30esimo anniversario della scomparsa del Col. Pilota Paolo Scoponi, scelto nell’ottobre del 1988 come comandante del 313° gruppo addestramento acrobatico Frecce Tricolori. Il colonnello Scoponi è venuto a mancare nel dicembre del 1988, durante una esercitazione di volo acrobatico. L’Air show è stato dedicato anche al Magg. Piero Giraldo, grande pilota sperimentale navigatore di tornado falisco.

Numerosi gli spettatori di oggi, oltre 50 mila, secondo gli organizzatori. La giornata di sole ha invogliato parecchi ad assistere allo spettacolo delle acrobazie aeree immergendosi per un bagno ristoratore dentro le acque del lago. Molti, infatti, quelli attrezzati con ombrelloni, sdraio ed asciugamani e con indosso il costume, che hanno così abbinato lo spettacolo dell’Air show ad una  domenica trascorsa al lago.

Una pecca, purtroppo, da segnalare quella dell’organizzazione delle navette che dovevano condurre le persone, una volta lasciate le proprie auto nei parcheggi indicati ( il primo in località La Valle, il secondo in località Fondacci ed il terzo in strada delle Madonne), sul luogo dello spettacolo, del tutto insufficienti per il grande afflusso di pubblico presente. Non poche le rimostranze al ritorno, quando, per tornare al parcheggio 2, ad esempio, le file per riprendere le navette, del tutto insufficienti di numero, si sono fatte sempre più lunghe con non poche persone che, alla fine, hanno preferito tornare al parcheggio a piedi, imbattendosi in una bella scarpinata sotto il sole cocente e con una salita degna dei migliori scalatori. Anche se qualche “miracolato”, non si sa per quale ragione, è riuscito comunque ad arrivare all’area dello spettacolo con il proprio mezzo e ritornarsene a casa nel medesimo modo, alla faccia di noi comuni  mortali..

Ma torniamo allo spettacolo dell’Air Show che è meglio. Decisamente un successo, alla presenza delle massime autorità, tra cui il sindaco  di Montefiascone Massimo Paolini, l’assesore Fabio Notazio, il senatore della Lega Umberto Fusco, il  prefetto Giovanni Bruno, il neo questore Massimo Macera, i comandanti dei Carabinieri, Finanza e Vigili del Fuoco.

I voli acrobatici hanno decisamente entusiasmato il pubblico. Molto particolare anche la simulazione di soccorso con verricello con l’elicottero AW169 , come sono stati molto applauditi  il volo acrobatico Extra 330 con il pilota Simone Crisarà, gli assetti di volo dell’Aves di Viterbo, gli Eurofighter Typhoon 2000 del 4°Stormo e l’esibizione del Cessna 320 del pilota Pino Gatto insieme alla pattuglia acrobatica Blu Circe e gli assetti del 15° stormo dell’Aeronautica Militare.

Ciliegina sulla torta, la conclusione dello spettacolo è stata affidata all’esibizione della pattuglia acrobatica nazionale delle Frecce Tricolori, che hanno regalato uno spettacolo unico, donando a tutti i presenti forti emozioni, a partire dal quel tricolore abilmente tracciato sul cielo nitido di questo pomeriggio, con in sottofondo la voce dell’indimenticabile Luciano Pavarotti ed il suo “Vincerò” da “Nessun dorma” di Giacomo Puccini,  che ha smosso nel cuore dei più sentimenti, spesso e purtroppo sopiti, di patria e nazione.

Print Friendly, PDF & Email