Successo per la fagiolata sotto la Macchina di S. Rosa

di WANDA CHERUBINI –

VITERBO – 250 chilogrammi di fagioli con le cotiche e 50 litri di vino hanno rifocillato i molti viterbesi che questa sera si sono ritrovati sotto la Macchina di Santa Rosa per il tradizionale appuntamento con la fagiolata offerta dal costruttore Vincenzo Fiorillo. Fin dalle ore 19, 30 la gente ha cominciato ad occupare la scalinata del sagrato della basilica di S. Rosa, in attesa dell’arrivo del cibo e delle bevande. Il vino è stato offerto dal Red Rose café, il pane  che ha accompagnato i fagioli dal vecchio forno del Bottalone e, dulcis in fundo, i biscotti, buonissimi, dal bar Cavour. Una serata che ha permesso di riammirare illuminata “Gloria”, la creatura di Raffaele Ascenzi, al suo quinto trasporto. Un trasporto che è stato emozionante, uno dei migliori di “Gloria” come affermato dal capofacchino Sandro Rossi, stasera presente alla fagiolata insieme al presidente del Sodalizio dei facchini, Massimo Mecarini. Presenti per il Comune di Viterbo, il vice sindaco ed assessore al Bilancio, Enrico Maria Contardo insieme alla moglie, la consigliera  della Lega Ombretta Perlorca. Immancabile anche la presenza di Raffaele Ascenzi con la moglie, di don Alfredo Cento e del costruttore Vincenzo Fiorillo con tutto il suo staff e familiari. “Gloria” potrà essere ammirata sul sagrato della basilica di S.Rosa ancora fino al 15 settembre, giorno in cui verrà smontata e riportata nel capannone dove è custodita dalla ditta Fiorillo.

 

Print Friendly, PDF & Email