Tarquinia, “Avvocati e scuola”: incontri tematici in materia giuridica con gli studenti dell’ IIS Vincenzo Cardarelli

Il progetto organizzato dal Circolo Forense Cornetano Gli avvocati di Tarquinia vanno a scuola. Non per imparare, ma per incontrare gli alunni dell’IIS “Vincenzo Cardarelli” e accorciare le distanze tra la professione forense e l’ambiente scolastico, tra il mondo del diritto e quello giovanile. Si tratta di un progetto, unico nel suo genere, ideato e organizzato dal Circolo Forense Cornetano e realizzato grazie alla partecipazione del dirigente scolastico Laura Piroli, che ha aderito con entusiasmo all’iniziativa. La convenzione, stipulata tra

il circolo forense e l’istituto, prevede un ciclo di sei incontri tematici in materia giuridica, rivolti agli studenti delle classi terze, quarte e quinte dei licei classico e scientifico e agli alunni delle classi quinte degli istituti tecnici, per acquisire competenze di base nei vari settori del diritto. La prima lezione, che si è svolta nei giorni scorsi e che ha visto la partecipazione di numerosi studenti, ha affrontato alcuni temi e istituti del diritto commerciale mentre nei prossimi incontri saranno trattate altre materie come il diritto penale e quello amministrativo, l’infortunistica stradale e il diritto della navigazione, la mediazione e le tecniche di negoziazione dei conflitti e il diritto civile. Con questa iniziativa il Circolo Forense Cornetano, che ha curato finora l’organizzazione di convegni tematici e la pubblicazione di una rivista giuridica, ha voluto estendere il proprio raggio d’azione entrando nelle scuole e cercando di diffondere la cultura giuridica tra i più giovani. «Nel corso degli incontri tra gli avvocati e i soci del circolo – ha dichiarato il presidente, l’avvocato Norberto Ventolini – è emersa la possibilità di realizzare il progetto “Avvocati e Scuola”, perfettamente compatibile con lo spirito dell’associazione di creare un contatto tra la classe forense e la società civile, spesso divise da pregiudizi. L’obiettivo specifico del progetto è di voler diffondere le basi delle materie giuridiche a ragazzi che, probabilmente, si avventureranno nella professione forense, ma che a oggi non hanno avuto l’opportunità di apprendere alcuna nozione di diritto. Quello che ci preme è far emergere la stretta relazione tra il diritto e la vita quotidiana di ognuno di noi. Voglio ringraziare il dirigente scolastico Piroli, che ha accolto e sostenuto il progetto rendendone possibile la realizzazione, e le colleghe Cinzia Rossi e Roberta Papalini, che si sono adoperate affinché il progetto divenisse realtà». «Per i nostri studenti – dichiara il dirigente scolastico Piroli – questo ciclo di incontri costituisce un’opportunità formativa, un orientamento su possibili scelte universitarie e un approfondimento della conoscenza di coloro che, sul territorio, esercitano una professione delicata e importante che gli studenti stessi potrebbero decidere di intraprendere in futuro. In questo modo si accorciano le distanze tra scuola e società civile, iniziando a parlare concretamente di lavoro». Il Circolo Forense, che riunisce avvocati e giuristi legati al territorio, è nato nel 2012 con l’intento di divenire un punto di riferimento per la cultura giuridica locale e di avvicinare la cittadinanza al mondo del diritto e ad alcuni dei suoi interpreti principali: gli avvocati.

   

Leave a Reply