Tarquinia. Mancato Tavolo tecnico per l’avvio della centrale Enel a carbone

Riceviamo e pubblichiamo una nota sottoscritta da:On. Alberto Zolezzi, On. Massimiliano Bernini e Consigliere Comunale di Tarquinia Cesare Maria Celletti del MoVimento 5 Stelle di Tarquinia.Centro storico di Tarquinia “Dopo l’incontro con la Direttrice del centro Cra-Rps, Dott.ssa Benedetti, i Portavoce alla Camera dei Deputati Massimiliano Bernini e Alberto Zolezzi con i loro rispettivi collaboratori Dimitri Pizzati e Angelo Capobianco proseguono il tentativo di fare chiarezza in merito ai dati degli esami di biomonitoraggio eseguiti nel Comune di Tarquinia per valutare eventuali compromissioni di matrici ambientali da parte della centrale Enel di Civitavecchia”.

“L’8 novembre, in presenza del Consigliere Comunale del MoVimento 5 Stelle Cesare Maria Celletti e del Vicesindaco Renato Bacciardi, si sono incontrati nella casa comunale della città di Tarquinia con il Sindaco, Mauro Mazzola, per informarlo degli atti parlamentari di sindacato ispettivo in corso ed avere delucidazioni a riguardo degli accordi fra Enel e Comune di Tarquinia e della prevista formazione di un tavolo tecnico. A pochi mesi dall’avvio della centrale a carbone sono avvenuti i primi prelievi (2010), ripetuti nel 2011 e 2013”.

“Durante l’incontro, cordiale e di reciproca conoscenza, il Sindaco ha chiarito, da subito, la suaposizione di attore dell’accordo scritto, segnalando che già nei mesi scorsi (agosto 2013) aveva inoltrato una domanda ufficiale a ENEL Spa per ottenere i dati del Biomonitoraggio e la formazione del tavolo tecnico stabilito da contratto. I portavoce Bernini e Zolezzi hanno voluto far notare al Primo Cittadino di Tarquinia l’ampio lasso temporale che era passato dalla stipula dell’accordo ai giorni nostri, denunciando la necessità di portare a conoscenza dell’opinione pubblica dati di cotale criticità territoriale e ambientale. Infatti il contratto di accordo tra gli enti coinvolti disponeva già la tempistica per la pubblicazione dei dati emessi dal Cra-Rps all’Enel in cui si precisava che la pubblicazione dei documenti doveva essere annuale. Con questa considerazione il consigliere Comunale Cesare Maria Celletti esprimeva il suo disappunto per la questione in esame”.

“Il portavoce Zolezzi ha spiegato che i dati provenienti dal biomonitoraggio sono necessari a comprendere l’attuale condizione ambientale del territorio nella sua complessità, vista anche la temuta attivazione di ulteriori attività inquinanti nell’area. Nel contempo il Sindaco ha voluto puntualizzare la necessità di creare un sistema di tracciabilità dei danni sanitari per mezzo di un registro tumori e di verificare con maggiore attenzione anche lo stato dell’agricoltura locale che a suo avviso è causa di maggiori danni alla salute dei cittadini del suo Comune e dei Comuni limitrofi per l’utilizzo di pesticidi rispetto alla centrale a carbone. Ringraziando il Sindaco di Tarquinia per l’accoglienza a noi concessa i portavoce del MoVimento 5 stelle della Commissione Ambiente e Agricoltura aspettano che quanto prima venga data una risposta da parte del Ministro dell’Ambiente Orlando all’interrogazione presentata, auspicando che i dati sul biomonitoraggio vengano pubblicati nel più breve tempo possibile”.

   

Leave a Reply