Tarquinia, un tuffo negli anni ’70 con lo spettacolo “Ma che colpa abbiamo noi”

Il 28 dicembre Tarquinia torna agli anni ’70, con lo spettacolo dal tittarquinia-Palazzo-comunaleolo “Ma che colpa abbiamo noi”. Ideato e organizzato da Giancarlo Capitani e Pietro Pacini, l’evento si svolgerà, dalle ore 21.30, nella sala consiliare del palazzo comunale. Un viaggio in musica e immagini di Tarquinia nel periodo che va dal 1967 al 1978, quando i gruppi musicali si chiamavano ancora complessi.

«Abbiamo voluto ripercorrere quegli anni attraverso l’ausilio di foto dell’epoca e racconti di storie di quei ragazzi di allora, – affermano gli organizzatori – i quali, con grande ironia ed entusiasmo, hanno accettato di “mettersi in gioco”, riformando per l’occasione i gruppi musicali che in quegli anni impazzavano nella nostra città». I Team 67, Gli Akhs, I Golden Boys, Quadrilogia, Il Nucleo, Il Perimetro, questi i nomi dei complessi in voga in quel decennio, che torneranno a esibirsi dal vivo per questa eccezionale occasione. Un viaggio nella memoria e nei ricordi, quindi, che attraverserà i locali tarquiniesi più “alla moda” in quegli anni, i festival e i veglioni al Cinema Etrusco, a Radiopoker e Telepegaso.

Lo spettacolo è inserito nel programma delle manifestazioni di Natale promosso dal Comune, in collaborazione con le associazioni locali e l’Officina dell’Arte e dei Mestieri “Sebastian Matta” e con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura della Regione Lazio.

   

Leave a Reply