Terra Madre Day, a Viterbo e provincia il week end targato Slow Food

VITERBO – Un lungo fine settimana ricco di appuntamenti enogastronomici per festeggiare il Terra Madre Day. È quanto propone Slow Food Viterbo e Tuscia a partire dall’8 all’11 dicembre, e non solo, attraverso un programma di iniziative che coinvolgono soci, produttori dei Presìdi, comunità del cibo, osti e cuochi, docenti, produttori locali, bambini.

Il Terra Madre Day è un progetto di Slow Food su scala globale che unisce comunità del cibo di 160 Paesi che condividono una visione di produzione alimentare radicata nelle economie locali e che rispetti l’ambiente, le conoscenze tradizionali, la biodiversità e il gusto.

“Quest’anno il Terra Madre Day – spiega Claudia Storcè, presidente di Slow Food Viterbo  e Tuscia – è dedicato alla prima campagna di raccolta fondi di Slow Food, Ama la Terra, difendi il Futuro!, utile a far sì che Slow Food possa continuare le sue attività di organizzazione non-profit in modo indipendente. Inoltre, la raccolta fondi sarà una dimostrazione concreta della solidarietà e della convivialità tra le reti di Terra Madre, unite per la stessa causa anche con una piccola donazione”.

Per l’occasione Slow Food Viterbo e Tuscia invita soci, amici e appassionati di enogastronomia a prendere parte ai tantissimi appuntamenti in programma in tutta la provincia. A partire da giovedì 8 dicembre all’osteria “Al Vecchio Orologio” a Viterbo, e fino all’11 dicembre, propone “La Tuscia in calice”, ogni sera a cena un produttore di vino in ordine di data: Stefanoni di Montefiascone, Pacchiarotti di Grotte di Castro, Cordeschi di Acquapendente e  Papalino di Castiglione in Teverina. Sempre giovedì 8 dicembre al ristorante “Da Benedetta” a Vetralla “Cibo, amore e tra-la-la”, serata speciale dedicata ai prodotti di stagione e a km zero dell’azienda agricola Il Cardellino.

Venerdì 9 dicembre appuntamento a Farnese al ristorante “La Piazzetta del Sole” con una cena con menu degustazione dove saranno protagoniste patate e legumi con i produttori della Cooperativa Ccorav di Grotte di Castro. Sempre lo stesso giorno al ristorante “Il Vicoletto 1563” a Vignanello propone “Tradizione al naturale”, con un menu dove protagonisti sono i Presidi Slow Food e la Deco del Pamparito, pane tipico locale. Interverrà il produttore di vini Georgea Marini di Gradoli. E ancora a Grotte Santo Stefano l’agriturismo “Il Casaletto” presenta nel corso della serata i loro salumi e ovviamente la Susianella di Viterbo, Presìdio Slow Food, Doppi Sensi di Tuscania con vino e olio extravergine di oliva, Trappolini di Castiglione in Teverina con la sua ampia varietà di vini.

Sabato 10 dicembre, giornata clou del Terra Madre day, ingresso libero al “Caffè Letterario” a Viterbo, per incontri con i produttori, laboratori per bambini e aperitivo alla presenza di: Prosciuttificio Coccia Sesto di Viterbo con i loro salumi e ovviamente la Susianella di Viterbo, Presìdio Slow Food; Frantoio Battaglini di Bolsena, con l’olio extravergine di oliva; Doppi Sensi di Tuscania con l’olio extravergine di oliva, legumi e farine; Agriturismo Valentini di Tuscania con pomodoro, pasta e vino; La Riserva Bio di Tuscania con l’olio extravergine di oliva; Regina Braconi di Tuscania con miele, composte e zafferano; l’azienda Abbazia Nullius di San Martino al Cimino con olio biologico e prodotti derivanti dalla trasformazione di marroni. Sempre lo stesso giorno all’Agriturismo Valentini a Tuscania, cena con “Menu maremmano” a base dei propri prodotti: pasta di semolato di grano duro Senatore Cappelli, pomodoro, vino , salumi e carne di maiale di Cinta senese. Per l’intera giornata del 10 dicembre il Prosciuttificio Coccia Sesto di Viterbo riserverà uno sconto del 10% a tutti i soci Slow Food, esibendo la tessera.

Domenica 11 dicembre il Terra Madre Day si trasferisce al Caffeina Christmas Village, esattamente in piazza San Carluccio a Viterbo, con degustazione guidata e apericena a buffet con i produttori: Cose di Macchia di Bassano Romano con i tartufi; Azienda agricola Pira di Ischia di Castro con i formaggi; Giardini di Ararat di Bagnaia con i salumi di coniglio leprino dei Monti Cimini; Lamponi dei Monti Cimini di Viterbo, con le composte; l’azienda agricola Luna di Tuscania con le lumache; Forno del Duca di Viterbo con i dolci; Cancellieri di Cura di Vetralla con i dolci.

Infine, venerdì 16 dicembre allo “Chalet Garbini 1908” a Viterbo, aperitivo “Mangia e bevi” con il brocktail, un cocktail innovativo con il brodo in quanto ingrediente di recupero e dal valore aggiunto, alla presenza del produttore del coniglio leprino dei Monti Cimini “Giardini di Ararat”.

Per saperne di più e avere aggiornarmenti consultare le pagina Facebook di Slow Food Viterbo e Tuscia o inviare mail a viterboslowfood@gmail.com o tel. 331.9031439 – 335.318537.

Print Friendly, PDF & Email