Torna a Viterbo “Ombre festival”

di SOFIA BONIFAZI-

VITERBO- È stato presentato questa mattina, 3 luglio, la nuova edizione di “Ombre Festival”, evento organizzato dall’Associazione Culturale Mariano Romiti, nata a Viterbo nel luglio 2011  per volontà di un gruppo di appartenenti alla Polizia di Stato, che dedicano il loro tempo libero al volontariato culturale e presieduta da Alessandro Maurizi .

“E’ un festival che fa un viaggio dentro l’animo umano e il giallo è una delle componenti fondamentali. Dopo il successo della prima edizione- spiega il direttore di Ombre Festival-  quest’anno abbiamo scelto come tema principale, l’Omertà e con grande orgoglio e rischio, dedicheremo il festival a Falcone e Borsellino poiché rappresentano lo spartiacque storico, da loro in poi l’Italia è cambiata” .

Ombre Festival sarà in programma nel centro storico di Viterbo dall’8 al 15 luglio. Sono previsti incontri con autori, presentazioni di libri, concerti, spettacoli e dibattiti ed il tutto ad ingresso gratuito. Tra gli ospiti, l’attore Gabriele Rossi, il fondatore di Libera don Luigi Ciotti, il giornalista Magdi Allam, il capo della polizia Franco Gabrielli, l’ex magistrato Giancarlo Caselli,

Maurizi

il segretario generale nazionale Siulp Felice Romano e molte altre testimonianze.

“Il festival merita i complimenti della città e l’auspicio è che questo lavoro serva per illuminare le zone d’ombra del nostro Paese che non perde mai l’interesse artistico e culturale”- afferma l’assessore comunale Antonio Delli Iaconi.

Il 13 giugno, Anteprima Ombre Festival al Teatro dell’Unione, alle ore 18 sono intervenuti  il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il sindaco di Viterbo Leonardo Michelini ed il Consigliere Regionale Enrico Panunzi.

Il 10 luglio, in piazza del Gesù, alle ore 22, ci sarà  la cerimonia di consegna del 2° premio Romiti Junior, rivolto alle scuole superiori della provincia di Viterbo ed organizzato in collaborazione con l’assessorato delle politiche giovanili nel comune di Viterbo e la Fondazione Carivit.

Sabato 15 luglio, nella serata conclusiva dell’evento sarà assegnato il 6° Premio Nazionale Mariano Romiti per la lettura gialla, noir e spy story. Per l’occasione sarà decretato l’autore vincitore tra i finalisti Rosa Teruzzi, Giovanni Ricciardi e Giorgia Lepore. Ospiti d’onore Giuseppe Ayala e Nicola Gratteri.

Di seguito i finalisti Junior:

-Istituto Buratti di Viterbo, curatrice del progetto Prof.ssa Alessandra Martinelli, Dirigente Scolastico Prof.ssa Clara Vittori Federico D’Ubaldo con Fumo Leonardo Gevi con Gli occhi della donna di cristallo Chiara D’Ambrosio con Sottopelle Alessandra Di Fiore con Il muro di Atempoli Leonardo Menichetti con L’urlo Marianna Burla con Quando l’indifferenza uccide .
-Istituto Ruffini Viterbo; Curatrice del progetto Prof.ssa Paola Annese Dirigente Scolastico Prof.ssa Maria Antonietta Bentivegna Giordana Feroce con All-in con monet Sara Iovenitti con Testimone senza voce Melissa Rossi con La scelta Gaia Grassini con Silenzio
-Istituto Canonica Vetralla Curatrice del progetto Prof.ssa Alessia Ciurluini Dirigente Scolastico Prof.ssa Andreina Ottaviani Arianna Gugliotta con Un cornetto e un caffè di troppo Sara Schinoppi con Dolcetto o scherzetto.
-Istituto Savi Viterbo, Curatrice del progetto Prof.ssa Paola Mancini Dirigente Scolastico Prof.ssa Maria Patrizia Gaddi Antony Scivola con E’ solo un gioco.

“Sono onorato di tenere il 28  luglio, a Civita di Bagnoregio, alle ore 21,30, il concerto dedicato a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, della Banda musicale della Polizia di Stato, con la straordinaria partecipazione di Luca Barbareschi ”- ha concluso il  sindaco di Bagnoregio, Francesco Bigiotti, presente all’incontro di oggi insieme al questore Lorenzo Suraci. 

Tra i concerti, quello della Filarmonica Vejanese il 12 luglio in Piazza del Plebiscito, un gradito ritorno della formazione bandistica di Vejano famosa come banda ufficiale della Macchina di Santa Rosa, mentre il 10 presso il lavatoio del Ponte del Duomo spazio ai canti popolari della Compagnia delle Lavandaie della Tuscia in collaborazione con l’associazione Nimpha.

Ombre Festival ha avuto un’anteprima d’eccezione lo scorso 13 giugno con il grande autore statunitense Jeffery Deaver, che ha presentato il suo ultimo bestseller “Il valzer dell’impiccato” al Teatro dell’Unione di Viterbo. E avrà anche un appendice, il 28 luglio a Civita di Bagnoregio (Viterbo) ore 21.30 con il concerto della Banda della Polizia di Stato dedicato a Falcone e Borsellino, con la partecipazione straordinaria di Luca Barbareschi.

Per il programma completo e ulteriori informazioni: www.ombrefestival.it.

Facebook: Ombre Festival. Hashtag ufficiale: #ombrefestival.

NOTA: L’Associazione Mariano Romiti è stata fondata ed è composta da poliziotti, persone che conoscono le ombre; di lì l’idea di un festival che potesse gettare luce sull’ombra e anche elogiarla, perché l’ombra esiste nella vita, è essenziale e non è mai inadatta, proprio perché si muove sul limitare dell’uomo. Proprio perché è un’ombra, si propaga attorno come la seppia propaga l’inchiostro, scuro, appunto. Ogni persona proietta un’ombra, che la segue sempre. Ombre Festival diventa dunque un momento in cui concedersi il privilegio di riflettere non solo sull’assenza di luce, ma sulla necessità di conoscere e attraversare le zone d’ombra per raggiungere un bagliore in grado di illuminare di luce propria, e non riflessa, l’esperienza del vivere.

L’Associazione Mariano Romiti è un’associazione culturale apolitica e apartitica, non lucrativa avente lo scopo di promuovere le attività letterarie.

L’attività principale è l’organizzazione di Ombre Festival che intende essere occasione di incontro tra gli operatori della Giustizia, il mondo letterario e la cittadinanza, promuovendo l’arte, la cultura ed il territorio in memoria di Mariano Romiti, vittima del terrorismo, nonché promotore della formazione del primo sindacato di Polizia. Le iniziative dell’associazione sono volte alla valorizzazione dell’aspetto umano e sociale dell’operatore di Giustizia.

Print Friendly, PDF & Email