Torna rivista ‘Pagine libere di azione sindacale’, Capone (Ugl): Orgogliosi

ROMA- Torna in stampa la rivista ‘Pagine libere di azione sindacale’ per Edizioni sindacali-Ugl, sul “sindacato del futuro”. Si tratta di uno storico periodico di approfondimento sul sindacato in rapporto alla politica, alla storia, all’economia, ai new media, all’architettura. La riedizione della rivista è stata presentata a Roma alla presenza del ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini, e del segretario generale Ugl, Paolo Capone. A lui il compito di dirigerla.

“Siamo orgogliosi- ha detto Capone- di aver ripreso le pubblicazioni della rivista ‘Pagine libere di azione sindacale’, fondata da Angelo Oliviero Olivetti nel 1906, di cui oggi sono direttore responsabile. L’aspetto culturale, che caratterizza l’attività sindacale, è necessario per diffondere il nostro impegno sindacale, contribuendo così alla crescita economica, occupazionale e sociale del Paese. In una fase di profonde e radicali trasformazioni del mondo del lavoro è necessario rivedere gli attuali paradigmi per fondare un nuovo modello di relazioni industriali improntato alla partecipazione dei lavoratori come prevede l’articolo 46 della Costituzione”.

“Rivolgo un grande in bocca al lupo all’Ugl per questa nuova iniziativa culturale. Credo che il futuro sia di coloro che non seguono la corrente ma che la anticipano- ha affermato Salvini- Ho trovato nell’Ugl un interlocutore critico quando era necessario e al tempo stesso un sindacato dalla mentalità aperta. Spero che questa palestra di confronto cresca e da parte mia rinnovo la disponibilità al dialogo nell’interesse dei lavoratori”.

“È un motivo di orgoglio essere qui in occasione della presentazione di una rivista storica che si rifà a una grande tradizione delle riviste del primo 900 e alle prime forme di sindacalismo organizzato. Il contributo a livello di contenuti c’è e le personalità non mancano. Auguri a tutti voi” ha aggiunto Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato della Repubblica.

Secondo Federico Mollicone, presidente della VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera dei deputati, “‘Pagine libere’ rappresenta la sintesi del pensiero di grandi movimenti culturali e nasceva nella sua definizione come rivista di politica, scienza e arte. Non è un caso che sulle sue pagine scrissero grandi firme d’avanguardia come Marinetti. Credo che la funzione di questa rivista sia quella di mantenere la tradizione e l’innovazione insieme per cui non posso che rivolgere i migliori auguri possibili all’Ugl”.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE