Tornano Cornacchini e la vittoria in trasferta: la Viterbese balza avanti in classifica

di ALESSANDRO PIERINI –

VITERBO – Gli ultimi tre punti ottenuti lontano dal “Rocchi” risalivano allo scorso 2 ottobre, dove la Viterbese batté di misura la Lupa Roma. Oggi i gialloblù sono tornati a vincere a Pontedera e consente loro di fare un bel passo in avanti in prospettiva qualificazione playoff.

Alla vigilia la partita non era facile da affrontare. Il Pontedera arrivava da quattro risultati utili consecutivi tra cui la vittoria a Lucca di una settimana fa. La squadra laziale era reduce dai tre punti interni ottenuti contro la Lupa Roma, dall’esonero di Pagliari per brutto gioco e dal ritorno di Cornacchini sulla panchina. C’erano punti interrogativi sull’impatto che questo potesse dare alla Viterbese, tolti da una prestazione importante.

calcio viterbese1L’allenatore ha voluto inserire il 4-3-3 dando spazio alle ali Falcone e Sandomenico, inserendo Jallow come punta centrale al posto dell’infortunato Jefferson e tenendo Neglia in panchina per un’eventuale approdo in campo a gara in corso. Lo schieramento si completava con Cuffa, Cenciarelli e Cruciani a centrocampo, Dierna e Miceli stopper, Celiento e Varutti terzini; Iannarilli è stato il portiere.

Si formulava così cambio di modulo rispetto al 4-4-2 di Pagliari e sfruttamento degli esterni d’attacco cercati e comprati dalla società nel mercato di riparazione a gennaio.

La gara incominciava ferma nel punteggio, ma con un gioco veloce e ricco di spunti arrivati dagli esterni. Falcone e Sandomenico si sono resi pericolosi con le loro incursioni. Dall’altra parte Kabashi e Calò erano gli uomini maggiormente attivi sul fronte offensivo del Pontedera.

Il vantaggio veniva trovato dalla Viterbese a pochi minuti dal termine del primo tempo: Jallow provava l’azione personale, un difensore lo contrastava e la sfera vagante in area di rigore veniva calciata in fondo alla rete da Falcone.

La ripresa vedeva i padroni di casa tentare la rete del pareggio con Santini e gli ospiti quella del doppio vantaggio con ancora la propria ala, oggi ispirata.

Neglia rilevava Jallow ed arrivava subito la sua rete al 76°: l’ennesima incursione di Falcone, consentiva il guadagno di un calcio di rigore e la  trasformazione positiva.

I granata dimezzavano lo svantaggio con Udoh a sei minuti dal termine, ma il forcing finale che ha messo in stato di assedio la retroguardia gialloblù non ha prodotto risultati concreti.

La Viterbese esultava al termine della gara per una vittoria a lungo sospirata e cercata in trasferta. Falcone è stato l’uomo migliore di tutti i giocatori in campo e la sostituzione di Neglia operata da Cornacchini si p rivelata azzeccata.

I tre punti conquistati oggi valgono il -2 dal quinto posto in campionato occupato dalla Giana Erminio. Tra sei giorni al “Rocchi” è proprio questo il big match della prossima 28° giornata: i Leoni ospiteranno i lombardi per una partita che può valere molto.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email