Turismo d’Italia

di VINCENZO CENITI-

BARBARA GENTILE CONFERMATA ALLA GUIDA  DI FEDERCONGRESSI  La XV Convention nazionale di Federcongressi&eventi tenutasi la settimana scorsa  a Roma, con la partecipazione di oltre 300 professionisti del congressuale per celebrare i 20 anni di fondazione dell’associazione, ha confermato alla presidenza Gabriella Gentile. I lavori sono stati una valida occasione per ribadire il valore e il ruolo che il turismo congressuale a vari livelli rappresenta per il made in Italy e per il Pil nazionale. Apprezzato il video messaggio d‘apertura del ministro Daniela Santanchè che ha ribadito il felice momento che il turismo sta attraversando grazie anche alle azioni di Governo e al concorso di tutti gli operatori. Interventi in presenza del  ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso, della responsabile Ufficio Studi e Statistiche di Enit Elena Di Raco, dell’assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda Roma Capitale Alessandro Onorato, della presidente Federturismo Confindustria Marina Lalli e del Chairman di Imex Group Ray Bloom. “Continueremo a lavorare in maniera seria – ha detto Gabriella Gentile – con pragmatismo e determinazione, senza stancarci mai di percorrere nuove strade, di avere il coraggio di cambiare interpretando i tempi che viviamo, di sviluppare nuove progettualità, di proporre al Governo e alle istituzioni nuove idee e proposte, per evolvere e continuare a far crescere l’intera filiera, così come le singole imprese che la rappresentano” .Unionturismo ha depositato agli atti della Convention tramite la vice presidente Barbara Cacciolari una comunicazione sul turismo congressuale

MARCHE. NUOVI  FONDI PER IL TURISMO    Accresce la notorietà della regione Marche grazie anche alle tante iniziative di Pesaro Capitale della Cultura. E’ di questi giorni la notizia che la giunta regionale ha stanziato oltre 60 milioni di euro in tre anni per lo sviluppo del turismo marchigiano. In agenda le politiche per i borghi, il miglioramento delle strutture ricettive, la promozione, i bandi per la creazione dei prodotti turistici rivolti alle imprese e bandi per l’animazione dei territori  

TERME DI CHIANCANO.  PARTE IL RILANCIO   Il piano di risanamento delle Terme di Chianciano affidato a Terme Italia si avvale da questo mese anche del Fondo Salvaguardia Imprese (gestito da Invitalia). Terme di Chianciano ha potuto beneficiare – come si legge in una nota – della misura destinata ai Marchi Storici. Il Fondo di cui sopra  ha scelto di far parte della compagine societaria dopo un complesso lavoro di risanamento, avviato negli ultimi due anni dall’azionista Terme Italia, partecipando ad un aumento di capitale di circa 6 milioni di euro di cui circa 3,1 milioni da parte di Terme Italia e 2,9 milioni da parte di Invitalia. I nuovi fondi saranno destinati, in parte, alla chiusura del concordato in continuità omologato a luglio 2023 e per oltre 3 milioni di euro alla riqualificazione dei complessi. Il potenziale dell’offerta integrata di benessere e salute, che può raggiungere Terme di Chianciano, sta alla base del disegno di sviluppo futuro, con particolare attenzione alla filiera di produzione e distribuzione nazionale delle sue acque, allo sviluppo dell’attività leisure, alla razionalizzazione dell’offerta sanitaria integrata, anche grazie all’acquisto del ramo di azienda ex-UPMC. Ci giunge intanto notizia che l’8 marzo si festeggia alle Terme di Chianciano la “Festa della donna” alle piscine Theia (dalle 18,00 alle 22,00) tra acqua e musica. Nel biglietto d’ingresso è compreso anche  un kit termale con cocktail, selezione di finger food locali e pillole di Naturopatia, pronte a offrire spunti di riflessione e consigli pratici per un benessere olistico alla portata di tutti.  Info. https://www.termechianciano.it/festa-della-donna-2024. .

BALNEARI.  MANCANO  CERTEZZE    La stagione estiva è alle porte ed anche  il mondo dell’open air chiede certezze riguardo alla vicenda delle concessioni balneari dal momento – viene detto da Faita Federcamping – che occorre garantire  servizi certi e di qualità agli oltre 10 milioni di ospiti, italiani e stranieri delle strutture costiere. La Federazione individua alcuni punti chiave come  la considerazione delle diverse tipologie di attività insistenti sul demanio naturale e residuale; la gestione e valutazione degli eventuali principi di assegnazione delle concessioni attraverso evidenza pubblica; l’individuazione degli indennizzi in relazione alla perdita dell’avviamento e del valore dei beni; l’applicazione coerente di alcuni principi normativi già adottati da altri Paesi europei.              ASSEMBLEA FIAVET IN SICILIA  In occasione dell’assemblea nazionale della Fiavet tenutasi sabato scorso all’Isola delle Femmine in Sicilia aperta con un saluto in video messaggio del ministro Daniela Santanchè,  il  presidente Giuseppe Ciminnisi ha  ricordato i progetti in ambito di comunicazione, con l’arrivo  in Fiavet-Confcommercio di Alessandro Mazzù, uno dei nomi più illustri del web marketing, appena divenuto consulente della Federazione, ma anche gli impegni, sempre più fitti, in ambito formativo e di lotta per la legalità dell’intera filiera turistica. E’ stato ricordato da Gianluca Caramanna,  parlamentare della commissione turismo., che si prevede un albo delle agenzia da inserire nel portale Italia.it a garanzia sia delle imprese che dei consumatori. Riguardo ai passaporti lo stesso parlamentare ha assicurato che sono in atto accordi con il ministro Piantedosi per accelerare il rilascio anche attraverso altri canali  E’ stata anche l’occasione per una nuova presentazione  del libro di Federico Lucarelli “La professione del Direttore Tecnico di Agenzia di Viaggi e Turismo”, già accolto dai rappresentanti parlamentari come un vademecum indispensabile per il settore.                                                                                                                 

ENIT  DIVENTA SPA. IN POLE POSITION ALESSANDRA PRIANTE  Secondo indiscrezioni il nuovo presidente Enit-Agenzia Nazionale del Turismo poterebbe essere Alessandra Priante, attuale direttore Europa di Unwto, che affiancherà il ceo Ivana Jelinic. Va ricordato che è  in atto la trasformazione di Enit in spa. La Priante, laureata alla Bocconi in Economia aziendale,  ha tra l’altro partecipato alla preparazione del Piano strategico nazionale per il turismo 2017-2022

SANTANCHE.  SOSTENERE GLI  HOTEL   “Il settore sta bene ma va ancora sostenuto”. Parole e  convinzioni del ministro Santanchè a margine del convegno dei giorni scorsi su  ‘Prospettive e progetti: il futuro del turismo in Italia per una transizione sostenibile’ nell’ambito della Winter Edition del Forum in Masseria alla Terme di Saturnia organizzato da Bruno Vespa e Comin & Parners sul tema del  ruolo dell’Italia in Europa, anche in vista del prossimo appuntamento elettorale a giugno 2024. “Dobbiamo aiutare il settore – ha aggiunto il ministro   – sulle strutture ricettive. C’è in ogni caso l’esigenza di spalmare gli arrivi e le permanenze nelle stagioni e sul territorio a fronte dell’attuale concentrazione in alcuni mesi dell’anno

L’IMPOSTA DI SOGGIORNO NEL 2024 SFIORA IL MILIARDO  L’ammontare dell’imposta di soggiorno che verrà esatta quest’anno in Italia raggiungerà  846 milioni di euro (previsioni del competente Osservatorio nazionale). I dati del 2023 mostrano comunque cifre in forte incremento: i comuni hanno incassato complessivamente 790 milioni di euro, con una crescita di oltre il 25% rispetto al 2022, quando si arrivò a 628 milioni.. In testa le città d’arte : Roma, Firenze, Milano, Venezia e Napoli. Sul fronte mare, al primo posto Rimini  con quasi 11 milioni (+15,1% rispetto all’anno precedente) seguita da Sorrento, con 7 milioni (+10,3%)., La migliore performance di crescita fra le località balneari è stata registrata da Taormina, con un +33,8%.. Riguardo alla montagna, sul podio c’è Castelrotto con 3,5 milioni di euro seguito da Selva Val Gardena con 2,5 milioni e Cortina d Ampezzo con2,3  milioni e una crescita vicina al 25%.

VIAGGI  D’ISTRUZIONE. MENO BUROCRAZIA  A ritornare sulle gite scolastiche è stavolta il presidente della Federazione del Turismo Organizzato (Fto) Franco Gentiloni che auspica una semplificazione delle procedure. Secondo una indagine condotta sulle agenzie di viaggio specializzate, le carenze sono da ricercare nell’insufficiente preparazione degli istituti scolastici sulle procedure del MePa (il mercato elettronico per l’acquisto di beni e servizi da parte delle amministrazioni pubbliche) e nella scarsa chiarezza del Codice degli appalti. Nel dettaglio, per il 79,5% del campione interpellato, le scuole non sono pronte a gestire l’aggiudicazione tramite MePa.. Oltre la metà di coloro che la pensano così (51,6%) ritiene che influisca la carenza di formazione del personale, mentre per il 9,7% degli operatori gli istituti non conoscono l’utilizzo della piattaforma. Il 22,6% giudica invece poco comprensibili le regole del nuovo Codice degli appalti  Secondo Gentiloni c’è poi il problema dei voli. “Il monopolio delle low cost rende difficile ed esoso andare all’estero. Le istituzioni dovrebbero stimolare queste compagnie a collaborare con le agenzie specializzate su pacchetti e tariffe ad hoc per gli studenti. Abbiamo condiviso le nostre proposte in un tavolo con i dicasteri interessati, oltre all’Istruzione, anche l’Economia e il Turismo”

 PUCCINI  AD UN SECOLO  DALLA MORTE  Manon Lescauit, La bohème, Tosca, Madama Butterfly, La fanciulla del west, Turandot sono le opere più popolari di Puccini che occupano quest’anno, nel centenario della morte (1924-2024), i cartelloni dei maggiori teatri italiani, comprese le arene: Verona. Sferisterio di Macerata e naturalmente il Teatro Grande all’aperto di Torre del Lago dove il Maestro di Lucca è sepolto .

LAZIO.  BOTTEGHE STORICHE  DOMANDE DAL 1° MARZO Fa notizia la decisione della regione Lazio di sostenere le botteghe antiche  insieme a mercati e fiere storiche di cui abbiamo già parlato in precedenti numeri.  L’avviso pubblico prevede uno stanziamento di 2,8 milioni di uro.. Preferenze per i comuni più piccoli con meno di 5000 abitanti che hanno diritto ad un sostegno  fino a  14.285 euro per mercato storico,e fiera storica,  7.150 euro per  bottega o attività storica, e 1.150  euro per attività di commercio su aree pubbliche. Per i comuni più grandi (sopra i 5000 abitanti) si arriva ad un massimo di 10mila euro per mercato e fiera, 5.000 euro per bottega o attività storica e 800 euro per attività di commercio su aree pubbliche.  Domande dal 1° marzo al 31 luglio.

 

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE