Università Unimarconi

Turismo d’Italia

di VINCENZO CENITI-

VACANZE COL FRENO  TIRATO ?  Scuole chiuse  e vacanze 2024 iniziate con alcune riserve secondo uno studio dell’Istituto Piepoli per conto dell’Udicom (Unione per la difesa dei consumatori). Ha già prenotato il 43% dei potenziali vacanzieri. Gli altri restano in attesa confidando sul last minute.  Il 27% di quelli abituati a volare all’estero resta al palo per la situazione internazionale, il 24% per i prezzi e il 17% per il carovita. Si privilegia la mobilità interna al Paese percepita come meno cara rispetto a viaggi oltre frontiera . Intanto nel mese di giugno, come annota Assoturismo-Confesercenti, si prevedono 15 milioni di arrivi nelle strutture ricettive (+2,2% sul 2023) con 54milioni di presenze (+1,8%).

2023. ANNO RECORD PER IL TURISMO Lo sapevamo, lo abbiamo scritto più volte, ma vale ripeterlo dal momento che i dati vengono ora diffusi ufficialmente da ministero Turismo e Istat, in comunicazione congiunta come da protocollo“Alloggiati web”. Nel 2023 gli arrivi negli strutture ricettive sono stati 134milioni (+ 13,4% rispetto al 2022) con 451milioni di presenze (+ 9,5%.). Lazio e Lombardia, in testa, crescono maggiormente rispetto al 2022, visti i dati di Roma e Milano. Gli stranieri tornano a superare gli italiani con il 52,4%. delle presenze e un’incidenza addirittura superiore a quella registrata nel 2019 (la quota di presenze estere era pari al 50,5%). Prevalenza di stranieri nella provincia di Bolzano/Bozen (70,6%), nel Veneto (69,3%), nel Lazio (64,2%) e in Lombardia (62%). Al sud, con la sola eccezione della Campania, prevale invece la clientela domestica .

NUOVO CONTRATTO TURISMO Buone le novità del contratto collettivo nazionale di lavoro (Ccnl) per i dipendenti dei settori dei pubblici esercizi, della ristorazione collettiva e commerciale e del turismo, siglato nei giorni scorsi.  Aumento di 200 euro in busta paga, potenziamento dell’assistenza sanitaria integrativa,  revisione dell’inquadramento del personale e  rafforzamento dei diritti individuali con misure contro le violenze sul lavoro. Il contratto è stato sottoscritto da diverse organizzazioni, tra cui la Federazione Italiana Pubblici Esercizi (Fipe), Legacoop Produzioni e Servizi, Confcooperative Lavoro e Servizi, e Agci-Servizi.  

AGRIGENTO  CAPITALE DELLA CULTURA 2025   Il prossimo anno Agrigento sarà la capitale italiana della cultura. La sua offerta culturale si arricchisce della scultura di San Giuliano di Salemi dell’artista Domenico Gagini, prestata al Parco Archeologico della Valle dei Templi dal Comune di Salemi e verrà inserita in un percorso dal titolo “I Tesori d’Italia”. La Mostra verrà inaugurata già da questo mese di Giugno. Altre news dalla Sicilia. Nel 2024 oltre 200 mila crocieristi arriveranno a Catania confermando la crescita dopo nove anni. Il porto è stato modernizzato per diventare riferimento nel trasporto di merci e di persone. Anche il waterfront cambierà in modo radicale. Gemellaggio Beni culturali Sicilia-Corea 2024 e inaugurazione di una mostra fotografica a Seoul. Prima fase del gemellaggio con la promozione di Agrigento in particolare. Il progetto ha come scopo la divulgazione nella Corea del Sud dei modelli italiani di tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale e la contribuzione al vivace dibattito culturale da tempo in corso lì. Le Orestiadi 2024 inizieranno il 5 luglio al Baglio di Stefano di Gibellina. Si inizia con un omaggio a Giorgio Gaber, poi a Flaiano e a Danilo Dolci. Quest’anno si punta sulla forza delle parole e sulla loro capacità di modificare il mondo. Un linguaggio violento, cattivo, minaccioso non può che generare un mondo come quello che stiamo vivendo. E’ quindi doveroso tornare agli intellettuali che alla fine del secolo scorso hanno tenuto la barra dritta verso una visione civile. Le Orestiadi si concluderanno il 10 agosto. A trent’anni dalla scomparsa di Massimo Troisi l’isola di Salina è pronta a celebrarlo come ogni anno col Marefestival Salina Premio Troisi dal 14 al 16 giugno. Grande il parterre di ospiti, dalla madrina Maria Grazia Cucinotta, agli attori Alessio Boni, Francesca Inaudi, Francesco Pannofino, Barbara Bouchet e tanti altri. In Sicilia sono state riconfermate le 18 bandiere verdi, che posizionano la Sicilia al secondo posto in Italia, per spiagge a misura di bambini. Tra i requisiti per avere la bandiera ci sono lo spazio tra gli ombrelloni, il mare pulito che non sia troppo profondo, assistenti di spiaggia e strutture per la ristorazione.

VENEZIA. MODIFICHE  DI ACCESSSO. PERPLESSITA’  DA  FIAVET  La limitazione a gruppi di 25 persone, come accadrà a Venezia dal prossimo 1° agosto per l’accesso nel centro storico e nelle isole di Burano, Murano e Torcello, trova perplessa la Fiavet-Confcommercio poiché la decisione comporterà l’utilizzo di due guide con un aumento di costi molto significativo e con la limitazione dei tempi di percorrenza che impedisce ai turisti di godere delle bellezze dei luoghi oggetto delle visite”. Fiavet-Confcommercio fa anche notare che le guide autorizzate sono molto difficili da reperire e la delibera del comune di Venezia potrebbe sortire l’effetto opposto di quello a cui mira, aumentando il lavoro non regolare. Inoltre, l’allungamento dei tempi, qualora una sola guida debba portare due gruppi da 25 persone di uno stesso pullman, non consentirebbe di attuare i programmi prestabiliti nel pacchetto, creando così una insolvenza che costringerebbe l’operatore al rimborso della escursione non usufruita.“Non siamo contro il regolamento veneziano in sé – fa notare il presidente Giuseppe Ciminnisi – se fosse stato annunciato per il prossimo anno ne avremmo preso atto e ci saremmo organizzati, ma in alta stagione questo sconvolge i piani di moltissime imprese del turismo organizzato, ed insistiamo nel dire che per simili delibere l’ascolto e la condivisione dovrebbero essere presi in considerazione. Non si tratta del comune di Venezia in particolare – aggiunge Giuseppe Ciminnisi – ma di un modus operandi che ci vede, in tutto il Paese, come una trascurabile entità economica, senza considerare che muoviamo il 13% del Pil Italiano, e per alcune città come Venezia, rappresentiamo sicuramente un introito ancora maggiore” .

SOGGIORNO CON FELLINI  All’hotel Mercure Roma Cinecittà (4 stelle) a due passi dei rinomati studi cinematografici, si può. Le 126 camere, completamente rinnovate,  evocano l’atmosfera dei set cinematografici grazie al progetti di Interior design Aelan,che  ha introdotto elementi distintivi, come una carta da parati disegnata su misura, un canvas nel quale gli sketch di luoghi e personaggi prendono vita con una forte ispirazione felliniana. Gli spazi comuni  includono, tra l’altro, un ristorante completamente ridisegnato, ispirato dagli storici locali romani frequentati e amati da attori e attrici che propone piatti locali. L’hotel si trova a soli 8 km dall’aeroporto di Ciampino, a breve distanza dalla fermata della metropolitana, garantendo così agli ospiti un comodo accesso al centro città ws)

OVERTOURISM PREOCCUPANTE Venezia a parte, l’overtourism preoccupa molte altre zone del Belpaese. La baia di Portonovo nelle Marche (una delle perle del Conero)  sperimenta la Zac (Zona ad accesso controllato) per limitare l’afflusso turistico, proteggere l’ambiente, migliorare la qualità dell’esperienza per i visitatori. Dunque controllo rigido degli accessi e dei parcheggi. Portofino (in  Liguria), ha creato le “Zone rosse” per evitare l’affollamento e le Cinque Terre stanno valutando misure analoghe. In odore di restrizioni anche Riomaggiore. Le spiagge di Cala Coticcio, La Pelosa di Stintino e Cala Brandinchi (Sardegna) hanno imposto un numero max di visitatori giornalieri prenotabili con app. Dal canto suo Procida (Campania). ha imposto restrizioni sulla circolazione dei mezzi privati durante i periodi di massimo afflusso turistico

VALENCIA, LA PIU’ VERDE D’EUROPA   Valencia è la Capitale Verde Euroipea 2024. Gran merito se la prende la mobilità sostenibile grazie ad un  intreccio di piste ciclabili ed al culto dei suoi abitanti per la bici.  Ci lavorano dal 2015 gli esperti della “Agencia Municipal de la Bicicleta”, responsabile – come si legge in una nota – del coordinamento delle misure necessarie per aumentare l’uso della bicicletta in modo adeguato e sicuro nel suo territorio comunale. Tre le sue finalità ci sono la sicurezza e il comfort degli utenti della bicicletta, intermodalità tra bici ed altri mezzi di trasporto, spazi adeguati nei piani urbanistici, partecipazione da parte di gruppi provenienti da tutti i settori legati alla bicicletta. E’ stata prediisposta una mappa, diffusa ovunque con una rete che copre tutta la città

 

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE