Twitter dice addio ai 140 caratteri? Il CEO Dorsey: La rivoluzione viene… dagli utenti

Novità in vista per uno dei social network più amati dagli utenti. Presto Twitter potrebbe studiare una nuova modalità di diffusione dei messaggi bypassando il limite dei 140 caratteri. Si tratta di un cambiamento “epocale”, visto che la necessità di comprimere la comunicazione è da sempre il segno distintivo dei cinguettii.

La notizia sta circolando in queste ore dopo la pubblicazione di un articolo sul New York Times che cita una breve intervista del sito specializzato Re/Code al Chief Executive Officer (leggi Amministratore Delegato, ndr) di Twitter Jack Dorsey.

E’ proprio Dorsey a spiegare che l’idea di questa innovazione è arrivata nientemeno che dagli utenti. Spesso, infatti, analizzando il modo in cui Twitter viene usato, compaiono cinguettii con foto di frasi che vanno ben oltre i 140 caratteri (sono i cosiddetti screenshots, ovvero foto istantanee di ciò che appare sullo schermo del personal computer).

Non ci sono date ufficiali, anche se si parla ipoteticamente di un lancio a marzo. E sembra che dagli attuali 140 caratteri il limite possa essere portato a 10000, un bel salto in avanti che, secondo alcuni, snaturerebbe Twitter.

Non per Dorsey che ha affermato: “Non abbiamo il timore di realizzare utility o rendere Twitter più potente. Fin quando questo vorrà dire fare quello che la gente vuole, noi lo esploreremo”.

 

Print Friendly, PDF & Email