Uil :costo della politica 23 mld -757€ per cittadino

La Uil ha presentato alla stampa uno studio dal quale si rileva che i “costi della politica diretti ed indiretti ammontano a circa 23,2 mld di euro e pesano per l’1,5%del PIL, tra funzionamento d’organi istituzionali, società pubbliche, consulenze e uil-logocosti per mancati risparmi che derivano dalla sovrabbondanza del sistema istituzionale. Pesano praticamente 750 euro medi annui per contribuente; le persone che vivono direttamente o indirettamente

di politica sono 1,1 milione,ossia il 5% degli occupati. Per i funzionamento degli organi istituzionali nel 2013 si stanno spendendo oltre 6,1 mld di euro, per le consulenze 2,2 mld, funzionamento degli organi delle società partecipate 2,6mld, altre spese 5,2 mld e per il sovrabbondante sistema istituzionale 7,1 mld. Coloro che vivono di politica sono numerosi: 144mila tra parlamentari,ministri,amministratori locali, di cui 1.041 politici nazionali ed europei,ministri e sottosegretari; 1.270 presidenti,assessori e consiglieri regionali; 3.446 presidenti,assessori e consiglieri provinciali; 138.834 sindaci,assessori e consiglieri comunali. Vanno poi aggiunti oltre 24mila consiglieri d’amministrazione delle società pubbliche, oltre 45mila negli organi di controllo e 39mila di supporto degli uffici politici. Sono 324mila le persone di apparato politico(portaborse,collaboratori di gruppi parlamentari,consulenze,segreterie di partito,collegi elettorali) e 545mila quelli che hanno contratti di consulenze ed incarichi. Il segretario della UIL,Luigi Angeletti, nell’affermare che i costi della politica sono di circa 23 mld puntualizza che “si possono ridurre di 7mld rendendo le istituzioni più efficaci,senza compromettere il funzionamento. E’ un costo che questo Paese non si può permettere e si può rendere il nostro sistema più efficace,riducendo le tasse sul lavoro e sui pensionati.”

   

Leave a Reply