Un tablet per le RSA: i Club service viterbesi uniti a Natale per un nuovo progetto di solidarietà

VITERBO- Dopo la messa di Natale nella Basilica della Quercia, alla presenza di Monsignor Fumagalli, il Lions Club Viterbo, raccogliendo l’invito di Simona Tartaglia, presidente Rotary Club, si è unito agli altri club viterbesi, Panathlon e Soroptmist, per dare concretezza ad un nuovo gesto solidale: l’omaggio di un tablet a cinque RSA che operano tra Viterbo e la Tuscia.
Villa Benedetta, Giovanni XXIII, Domus, La seconda gioventù e Bellorizzonte avranno uno strumento in più per allietare i propri degenti, in questo triste periodo di pandemia che, di fatto, impedisce l’incontro e gli abbracci dei familiari.
I rappresentanti delle strutture coinvolte sono stati per questo invitati presso la sede del Rotary Club promotore dell’iniziativa.
Il service interclub ha così realizzato il progetto di fornire alle residenze sanitarie assistenziali un tablet quale strumento tecnologico che permetta agli ospiti di parlare e vedere i propri cari a distanza.
Dopo il saluto della sig.ra Tartaglia, padrona di casa, che ha preannunciato e auspicato il ripetersi di simili iniziative, hanno preso la parola gli altri Club.
“Siamo lieti di trovarci con voi – ha commentato tra gli altri Giuseppina Bresciani per il Lions Club- abbiamo aderito con piacere per far sentire queste persone meno isolate, visto che al momento sono purtroppo lontani dai familiari”.
Un nobile e concreto gesto per riunire le famiglie: tecnologia e solidarietà a braccetto perché il calore del Natale arrivi dove più c’è bisogno, al cuore delle persone più sole.

Print Friendly, PDF & Email