Un test per verificare l’efficacia antibiotica prima dell’assunzione

di REDAZIONE-

Non sempre gli antibiotici funzionano. La causa? I batteri divenuti sempre più resistenti ai medicinali in commercio.  Così un gruppo di biologi della UC San Diego (Usa) ha  sviluppato un nuovo metodo per determinare in poche ore se le cure antimicrobiche avranno effetto o meno.  Si tratta di una importante scoperta che potrebbe di fatto rallentare il fenomeno della resistenza ai farmaci, permettendo al medico di identificare più velocemente il farmaco adatto.

Nello specifico si tratta di un test di suscettibilità per lo Staphylococcus aureus,  tra i principali batteri killer, in grado di causare circa il 60% delle infezioni nosocomiali, provocando polmonite e varie infezioni.  Il metodo esegue una sorta di autopsia sulle cellule batteriche, determinando, quindi, la causa della morte di ogni cellula. Applicato come test di sensibilità agli antibiotici permette di identificare ceppi sensibili o meno ai medicinali. Secondo gli esperti il test potrà essere impiegato anche per altri batteri.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email