Università Unimarconi

Unione nazionale consumatori: Viterbo in testa per rincari nei ristoranti durante l’estate

di REDAZIONE-

VITERBO- Nella stagione estiva caratterizzata da aumenti dei prezzi, Viterbo si distingue per essere in cima alla lista dei rincari nei ristoranti. Secondo i dati recentemente resi noti dall’Unione Nazionale Consumatori relativi al mese di luglio, la città dei papi registra il più alto aumento nel settore della ristorazione. Mentre l’inflazione annua in Italia si attesta al 6%, a Viterbo i ristoranti hanno aumentato i prezzi del 14,5% rispetto a luglio 2022. Al secondo posto si colloca Brindisi con un aumento del 12,1%, seguita da Benevento al terzo posto con un incremento dell’11,2%.

La graduatoria prosegue con Belluno, Cosenza, Messina e Olbia-Tempio, tutte con un aumento dell’8,5%. A seguire vi sono Trieste con un aumento dell’8,1% e Massa-Carrara con un aumento dell’8%. Chiude la top ten Siena, dove i prezzi dei ristoranti sono aumentati del 7,9%. Tra i ristoratori che hanno registrato aumenti meno significativi, si distinguono Trapani e Caserta, entrambi con un aumento del 2,1%, seguiti da Terni con un aumento del 2,7% e Cremona con un aumento del 2,9%.

A livello regionale, è la Puglia ad aver registrato i maggiori rincari nei ristoranti, con un aumento del 7,5% rispetto a luglio 2022. Solo la Provincia Autonoma di Bolzano ha fatto registrare un aumento superiore, pari al 7,6%. Questi dati evidenziano come i ristoranti di Viterbo abbiano subito aumenti dei prezzi più marcati rispetto a molte altre città italiane, influenzando il settore della ristorazione durante questa stagione estiva.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE