Unitus: convegno su “L’altra economia o un’economia altra? Ripensare il modo di fare impresa di fronte alla crisi”

Il 6 novembre prossimo, alle ore 14,30, presso l’Aula Magna dell’Università della Tuscia, a Viterbo in via S. Maria in Gradi, 4 si terrà un Convegno organizzato universita1dal DEIM (Dipartimento di Economia e impresa) e dal DISUCOM (Dipartimento di Scienze umanistiche, della comunicazione e del turismo). L’argomento in discussione verrà esaminato in una duplice prospettiva

riflettendo, con accademici provenienti da cinque sedi diverse, sull’esigenza, posta dalla crisi economica, di un cambiamento dei paradigmi teorici; allo stesso tempo presentando, con imprenditori e uomini di istituzioni, alcuni modi alternativi di fare impresa. Dopo il saluto del Rettore, dei Direttori dei due Dipartimenti, del Sindaco di Viterbo, del Direttore di di Unindustria Viterbo e dell’Assessore alla Cultura della Provincia di Viterbo, introdotti e coordinati dal prof. Giuseppe Garofalo (Unitus) che ha organizzato l’evento, prenderanno la parola: – il prof. Alessandro Roncaglia (Uniroma1), presidente della Società italiana degli economisti, accademico dei Lincei – il prof. Luigino Bruni (Lumsa), interprete dell’Economia “civile sociale e di comunione”, editorialista del quotidiano L’Avvenire – la dott.ssa Alessandra Smerilli (Università Cattolica del S.Cuore) – il dott. Giulio Guarini (Unitus) – il prof. Mario Risso (Università Niccolò Cusano), coordinatore del Laboratorio per le imprese sostenibili e responsabili dell’Università Tor Vergata – I dott.ri Nicola Blundo e Ornella Seca, due imprenditori impegnati nell’Economia di comunione, emanazione del movimento dei Focolari – il dott. Carlo Papalini (CIADiffusione), un imprenditore impegnato sul tema della responsabilità sociale d’impresa – il dott. Francesco Monzillo (Camera di commercio di Viterbo) che si sta occupando dell’attivazione di reti d’impresa – il dott. Giulio Curti (Bic Lazio) impegnato nell’incubazione di imprese in ambito culturale e creativo

   

Leave a Reply