Unitus, Ilya Kondratiev acclamato dal pubblico per l’eccellente recital pianistico

di MARIA ANTONIETTA GERMANO –

VITERBO – All’Università della Tuscia di Viterbo continua con successo la XIV Stagione Concertistica ideata e curata dal direttore artistico Franco Carlo Ricci.

Franco Carlo Ricci e Ilya Kondratiev (foto MAG)

Ieri, 19 gennaio, presso l’Auditrium di S. Maria in Gradi (Via Sabotino 20) si è tenuta una straordinaria e raffinata esecuzione musicale ad opera del virtuoso concertista russo Ilya Kondratiev che ha fatto ascoltare alcune delle celeberrime sonate di Fryderyk Chopin (1810-1849) e Franz Liszt (1811-1886), esaltando con slancio passionale il suono del pianoforte romantico, strumento utilizzato da  molti compositori del XIX secolo.

Il pianista  Ilya Kondratiev (foto di copertina) entra deciso  sul palco dell’Auditorium ornato da rigogliose felci, si siede davanti al pianoforte e senza alcuna esitazione inizia ad accarezzare i tasti dimostrandosi totalmente padrone dello strumento con il quale sembra interloquire mentre esegue con maestrìa, sonata dopo sonata, pagine coinvolgenti e affascinanti, riuscendo a mettere in luce la purezza delle linee melodiche create dai due compositori.

Nella prima parte ha eseguito di Fryderyk ChopinPolonaise op. 53 in La bemolle maggiore, Quattro Mazurche op. 24, Scherzo n. 3 op. 39 in Do diesis minoreScherzo n. 1 op. 20 in Si minore. Nella seconda parte ha proposto di Franz Liszt, il Deuxième année de pèlerinage: Italie, comprendente lo Sposalizio, il Sonetto 104 del Petrarca e la celeberrima Après une lecture de Dante: Fantasia Quasi Sonata.

Gli applausi a scena aperta hanno ottenuto anche un bis, acclamatissimo. Un successo.

Il concerto si è svolto in collaborazione con Keyboard Trust di Londra (Ente che promuove nel mondo i pianisti più dotati, quale che sia la loro nazionalità), con la Fondazione Carivit e il Comune di Viterbo.

Info:Francesco Della Rosa.Tel.0761.357.937;348.793.1782. E-mail:delrosa@unitus.it 

Le foto sono di Maria Antonietta Germano.

 

   

Articoli Correlati

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI
Viterbo unita contro la mafia, senza se e senza maLEGGI TUTTO
di MARIA ANTONIETTA GERMANO – VITERBO – Questa è una giornata storica di resilienza per Viterbo che scende in piazza
A Bagnoregio borse di studio di 200 euro per i ragazzi delle scuole secondarieLEGGI TUTTO
BAGNOREGIO ( Viterbo) – Borse di studio per i ragazzi della scuola secondaria. Gli studenti residenti a Bagnoregio, con Isee
Cavese-Viterbese sulla web radio “Diretta Sport Viterbo”LEGGI TUTTO
VITERBO – Domenica 17 Febbraio dalle ore 14,00 nuovamente con i gialloblù sulla WEB-RadioVisione www.direttasportviterbo.it e su Tele Lazio Nord
“Manipolarte”, grande successo per il laboratorio al Museo della Ceramica della TusciaLEGGI TUTTO
VITERBO – L’iniziativa didattica dei laboratori “Manipolarte”, proposta dal Museo della Ceramica della Tuscia, ha avuto un grandissimo riscontro, registrando
Under 16 Elite, la Volley Ball Club Viterbo in finaleLEGGI TUTTO
VITERBO – Superando 3/1 Volley Anguillara la Vbc Viterbo si aggiudica la semifinale di ritorno e conquista l’accesso alla finalissima
Volley, in casa le squadre maggiori della Vbc ViterboLEGGI TUTTO
VITERBO – Doppio appuntamento con il volley regionale questo week-end al PalaVolley di via Gran Sasso. Questa sera (sabato 16)
A Viterbo una targa in ricordo del giornalista Gianfranco FaperdueLEGGI TUTTO
VITERBO – Erano i primi giorni di ottobre del 2018 e stava per lasciarci a 80 anni Gianfranco Faperdue. In
“CasAmica Onlus” cerca volontari a RomaLEGGI TUTTO
ROMA – CasAmica Onlus – organizzazione di volontariato che da oltre 30 anni accoglie i malati costretti a spostarsi in
Se n’è andato il giovane Luca Scarponi, stroncato da una malattiaLEGGI TUTTO
di MARINA CIANFARINI – VITORCHIANO ( Viterbo) – Aveva gli occhi ardenti di vita, Luca Scarponi, volato via a causa
Mafia, Signori (Confartigianato): “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la necessità di un solo giorno”LEGGI TUTTO
VITERBO – Riceviamo da Stefano Signori (Presidente Confartigianato Imprese di Viterbo) e pubblichiamo: “L’impegno che oggi assumiamo non rappresenta la