Università Agraria di Tarquinia: approvato l’assestamento di bilancio, preoccupazione per la seconda rata Imu sui terreni agricoli

PresAlessandroAntonelliConsiglio rapido e senza scossoni, quello che si è svolto mercoledì 20 novembre. È stato approvato, con il voto favorevole della maggioranza e l’astensione della minoranza, l’assestamento generale del bilancio di previsione 2013. Una manovra senza variazioni sostanziali.  

 

Relativamente all’eventuale mancata abolizione della seconda rata IMU sui terreni agricoli sono già state accantonate le somme necessarie all’eventuale adempimento.  “In queste ore si stanno prendendo decisioni in merito, a livello governativo – ha dichiarato il presidente Alessandro Antonelli – Ci siamo attivati presso i parlamentari di riferimento per evitare che rimanga in vigore la seconda rata IMU sui terreni agricoli e invitiamo tutti a fare pressing sull’argomento.

Dopo gli impegni e le dichiarazioni rese dal Governo, sarebbe un tradimento, una vigliaccata nei confronti dell’agricoltura. C’è bisogno di certezze e verità. È assurdo non sapere se a dicembre le aziende agricole saranno costrette a pagare l’IMU. Pesante la penalizzazione in particolare per Tarquinia e Montalto di Castro. Siamo pronti a gesti eclatanti. Devono essere chiare le responsabilità politiche di una simile beffa». Via libera all’unanimità il rinnovo della concessione novennale di un terreno in favore dell’ARSIAL, per prove sperimentali nel settore ortofrutticolo. Il consiglio ha approvato lo schema di convenzione. Su sollecitazione della minoranza, il presidente Antonelli ha precisato come «il biologico sia una scelta irreversibile, anche alla luce della riforma della PAC. Nella realizzazione dei lotti di terreno c’è anche la volontà di ridurre lo spostamento dei mezzi agricoli sulle arterie viarie, tenendo conto dell’autostrada in costruzione. Lotti di terreno che, a bando pubblico, hanno comunque comportato un significativo introito per l’Università Agraria. Risorse preziose e opportunità per gli agricoltori”.

   

Leave a Reply