Vasanello (VT): ultimo giorno di servizio del luogotenente SCOSCINA

Vasanello (VT) – Dopo quasi 9 anni, il Comandante della Stazione, Lgt Fortunato Scoscina, sta per lasciare il suo incarico presso il Comando di Vasanello per andare in congedo per sopraggiunti limiti d’età.

Viterbese, originario di Orte, Scoscina proviene dalla Stazione di San Martino al Cimino, dove ha assolto l’incarico di Comandante dal 2013 al 2015. Arruolatosi nel settembre del 1988 e formatosi prima alla Scuola Marescialli e Brigadieri di Velletri e poi a Vicenza, l’ispettore è dapprima rimasto presso quell’istituto per un biennio stavolta in qualità d’istruttore come prima destinazione, per poi prestare servizio dal 1992 quale sottufficiale in sottordine della Stazione di Masserano (VC) e dopo un biennio di permanenza al reparto ha maturato esperienza presso il Nucleo Radiomobile di Torino e poi presso il Nucleo Operativo a L’Aquila, valorizzando infine la propria formazione professionale presso il prestigioso Nucleo Operativo di via in Selci del Comando Provinciale di Roma per ben 12 anni, dall’agosto 2001 al febbraio 2013, data nella quale ha fatto rientro nella Tuscia dopo 25 anni.

Con l’Arma dei Carabinieri un matrimonio lungo 36 anni, durante il quale l’Ispettore ha espresso il massimo impegno su più fronti ed in contesti completamente differenti tra loro, dal centro storico alle periferie delle grandi città, così come in ambienti più raccolti di provincia, tra attività di polizia giudiziaria e di ordine pubblico, e nel corso di tutti questi anni è stato insignito della Medaglia di Bronzo di Protezione Civile per meriti acquisiti nel 2008, della Medaglia di Bronzo al merito di lungo comando e quella di Bronzo per dieci anni di Comando di Stazione.

Dopo 9 anni il Luogotenente Scoscina lascia quindi Vasanello, dove si è fatto apprezzare dalla popolazione per l’equilibrio e la premura con cui ha prestato servizio in favore della collettività, presso la quale sicuramente lascerà un ottimo ricordo, sia sotto il profilo umano che sotto quello professionale.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE