Vasto incendio in una palazzina a Soriano nel Cimino (VIDEO)

di REDAZIONE-

VITERBO- Un incendio di stamani alle ore 4 a Soriano nel Cimino in via Settimio David  ha riguardato una  palazzina. Il fuoco si è originato al piano seminterrato di un fabbricato di 7 piani fuori terra.Il fuoco ha distrutto le attrezzature e il materiale di vendita delle due attività: un autoricambi per autovetture ed un  centro di revisione per autovetture. Il piano suddetto ha un unico accesso e si estende per tutta la superfice della palazzina sovrastante ed anche a causa del materiale stoccato all’interno (batterie, olio lubrificante, additivi per carburante, diverso materiale plastico e gommoso e molte bombolette sottopressione di prodotti per auto). L’incendio era già generalizzato all’arrivo della prima squadra dei vigili del fuoco di Viterbo, dopo è sopraggiunto al seguito anche la squadra di Civita Castellana, due autobotti una autoscala ed è stato chiamato il supporto della squadra del distaccamento  di Amelia del comando di Terni. La prima fase dell’incendio è stata completamente dedicata ad evitare che il fuoco salisse ai piani superiori. L’evacuazione fortunatamente si è svolta in autonomia. Sopra al seminterrato ci sono tre vani commerciali di cui uno adibito a parcheggio condominiale. Anche il parcheggio è stato, quindi, sgomberato dalle auto. Nonostante le accortezze i fumi caldi hanno innescato un incendio all’interno di uno degli appartamenti situato al quarto piano fuori terra.  I vigili del fuoco sono riusciti ad attaccare direttamente le fiamme e mettere gli operatori oltre questo muro di calore che impediva ai dispositivi di spegnimento di arrivare direttamente sulle fiamme alle prime luci dell’alba. Le fiamme attive si sono estinte intorno alle 8,30. I piani superiori sono stati salvaguardati, anche se ci sono danni da calore. Oggi stanno proseguendo le operazioni con più di una squadra per la bonifica e lo smassamento delle ceneri e delle braci al piano seminterrato. Il fumo è ancora presente e non è da escludere che ci sarà anche nei giorni successivi. Oltre a questo i vigili del fuoco sono presenti e sono in corso le operazioni di recupero dei beni dai due piani sovrastanti i commerciali e quelli ancora superiori residenziali. Già da una prima analisi, anche se poi seguirà una tecnica più accurata, quando il fumo e la temperatura all’interno dello stabile lo consentirà, è stata ordinata la non fruibilità integrale dell’intero fabbricato a cui poi probabilmente seguirà o meno la non agibilità. Sul posto insieme ai vigili del fuoco anche i Carabinieri, la polizia locale, il sindaco, il funzionario di servizio, 20 unità di personale dei vigili del fuoco con 3 mezzi pesanti, 3 fuoristrada, 2 autobotti, una autoscala e il carro laboratorio autoprotettori per la ricarica sul posto dell’aria respirabile necessaria per questo tipi di interventi.

 

Print Friendly, PDF & Email