Vetralla, eseguite tre misure cautelari nei confronti di tre bulli

Ieri mattina i Carabinieri della Stazione di Vecarabinieri-autotralla, diretti dal Maresciallo Adriano Marzi, hanno dato esecuzione ad una ordinanza applicativa della misura cautelare del “divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese dal reato” nei confronti di 3 giovani del luogo, S. J. di anni 21, C. A. 20enne e N. S. di 19 anni.

I tre giovani vetrallesi, la scorsa estate, in concorso tra loro, colpivano con calci e pugni, utilizzando anche un corpo contundente, due coetanei di Vetralla. L’episodio, particolarmente violento ed originato da futili motivi e bullismo, avvenne in un noto luogo pubblico del centro e destò allarme sociale tra la cittadinanza. Le indagini condotte dai Carabinieri della Stazione di Vetralla hanno permesso di individuare gli autori della grave aggressione e l’Autorità Giudiziaria, valutata l’intrinseca violenza degli episodi, il pericolo di reiterazione del reato e la pericolosità sociale degli indagati, ha emesso la predetta ordinanza al fine di tutelare le parti offese. I Carabinieri hanno accertato inoltre che uno dei tre giovani autori del fatto si vantava sul proprio profilo di un noto social network di ciò che aveva compiuto nei confronti dei due coetanei.

L’azione dei Carabinieri, anche in considerazione di quanto accertato, è mirata a garantire la tutela dell’incolumità delle persone ed a garantire una situazione di rispetto della legalità nella comunità Vetrallese; legalità che, col loro intervento è stata finalmente ripristinata. In ragione di quanto accaduto si invitano i cittadini a collaborare con i Carabinieri e le forze di polizia in genere al fine di permettere che venga garantita sempre più la migliore sicurezza sociale possibile ed impedire che, analoghi episodi, si possano verificare nel prossimo futuro. Nell’attuale contesto sociale, infatti, i Carabinieri non possono prescindere da una diuturna ed attiva collaborazione della popolazione vetrallese.

   

Leave a Reply