Vetralla: vengono concessi dal Comune alla Pro Loco 2 mila euro attingendo al fondo di riserva: lo sdegno di alcuni cittadini sul gruppo “Striscia Vetralla” di Facebook

Vetralla- Il 17 dicembre alle ore 9 si è riunita la giunta comunale alla presenza del sindaco Sandrino Aquilani. Con una delibera di giunta deliberagiuntavetrallasi è concesso alla Pro Loco per l’attività di promozione dei prodotti tipici locali, con particolare riferimento all’olio di oliva per la Festa dell’Olio, entrata nel circuito delle Feste dell’olio della Camera di

Commercio e per le carni prodotte nella terra comunale di Monte Calvo (festa della Merca), un contributo di 2 mila euro, con atto n°240 del 17 dicembre 2013 con esecutività immediata.

Ma, visto che il capitolato di spesa del bilancio di previsione 2013, cui il contributo si riferisce, non presenta la necessaria disponiibiltà , viene integrato mediante storno di 2 mila euro dal fondo di riserva. Ed è qui che sale la rabbia dei cittadini.deliberagiuntavetralla2

Nella delibera si sottolinea come l’amministrazione abbia sempre voluto promuovere i prodotti tipici locali per incrementare l’economia agricola ed interessare i giovani al mondo dell’agricoltura. Inoltre, viene specificato che con la delibera di giunta n°179/13 è stato approvato il programma delle attività per la realizzazione di “Pane, olio e..sapori e tradizioni vetrallesi”, 12esima sagra dell’olio extravergine d’oliva, dando atto che l’importo di previsione spese ammonta a complessivi euro 6.060,00, a totale carico della Pro Loco di Vetralla. Il consiglio, quindi, vista la nota della Pro Loco di Vetralla del 25 ottobre 2013 con la quale viene richiesto un contributo per l’attività di promozione dei prodotti locali, effettuata oltre alla sagra dell’olio extravergine d’oliva anche durante la festa della Merca e con la partecipazione a diverse fiere provinciali e regionali, tra le quali la Fiera di Formello ed in occasione della festa “Fiori alle finestre e cena in cantina” con allegate le relative fatture, ritiene di sostenere il lavoro della Pro Loco mediante la concessione di un contributo di 2 mila euro.deliberagiuntavetralla3 Il contributo sarà erogato in due rate: la prima di 1500 euro che sarà concessa immediatamente, la seconda di 500 euro, durante l’anno 2014, entro 30 giorni dalla presentazione del rendiconto dell’ultima iniziativa dell’anno in corso. “Non ci sono parole”- scrive Gennaro Giardino dal suo gruppo “Striscia Vetralla”.

Interessante, soprattutto, il commento di un menbro del gruppo, che sotto la delibera citata da “Striscia Vetralla” scrive su Facebook: “A mio parere questa delibera è del tutto illegittima . Infatti l’Art. 166 del d.l. 267/2000 al co. 2 prevede che l’utilizzo del fondo di riserva negli enti locali è utilizzato nei casi in cui si verifichino esigenze straordinarie di bilancio o le dotazioni degli interventi di spesa corrente si rilevino insufficienti ed al co. 2 bis ( aggiunto dal d.l. 174/2012 conv. con L. 213/2012) prevede che la metà del fondo è riservata alla copertura di eventuali spese non prevedibili, la cui mancata effettuazione comporta danni certi all’Amministrazione. Nella concessione del contributo non traspare alcuno dei casi previsti per l’utilizzo del fondo e tantomeno può essere considerata un’esigenza straordinaria l’attività istituzionale svolta dalla Pro Loco “..a favore del territorio vetrallese e dei suoi prodotti tipici, con particolare riferimento all’olio extravergine di oliva e alle carni prodotte nella tenuta comunale di Monte Calvo”motivo per cui è stato effettuato lo storno dal fondo di riserva che di fatto non può pertanto rientrare nell’ambito di applicazione della normativa. Di certo si può constatare che in questo caso la G.M. ha deliberato con una sorprendente disinvoltura..”

   

Leave a Reply