Via Crucis e canonizzazione Beato Domenico Barberi, due appuntamenti di preghiera nella chiesa di S. Maria Nuova

VITERBO- Venerdì 28 febbraio 2020, I di Quaresima, la tradizionale pratica della Via Crucis, coincide con l’appuntamento mensile dell’ultimo venerdì del mese quando l’Associazione Amici del Beato Domenico (Barberi) della Madre di Dio celebra la S Messa per la di lui Canonizzazione. Questi due appuntamenti di preghiera sono stati abbinati nella Chiesa di S Giacinta in Piazza della Morte (Viterbo): la celebrazione della S Messa alle ore 16:30 ed a seguire (ore 17:00 circa) la Via Crucis quaresimale con la Confraternita del Confalone ed i parrocchiani di S. Maria Nuova.

A conclusione sarà recitata la preghiera per la Canonizzazione del Beato Domenico Con questa iniziativa il Gruppo di Preghiera “Beato Domenico” vuole impetrare le Grazie dal Signore per portare a termine il processo di Canonizzazione del nostro “Meco della Palanzana” (come era soprannominato). Ciò non aggiunge nulla alla sua santità, ma vuol far conoscere questo eroico Passionista viterbese missionario in Inghilterra a metà del XIX secolo, esempio di dedizione ai fratelli (ed ai fratelli separati), di dialogo ecumenico, di tolleranza e di unione tra i popoli per questi tempi di contrasti, divisioni ed egoismo.
Ancora oggi tanti segni testimoniano l’attualità del suo Messaggio: la recente canonizzazione del suo più illustre convertito San J. H. Newman (alla presenza del Principe ereditario Charles), il processo di canonizzazione di Ignatius Spencer (zio di Sir Winston Churchill ed antenato della principessa Diane) da lui portato nella Congregazione Passionista e da lui designato suo successore della fiorente missione inglese, il continuo pellegrinaggio di sacerdoti e laici, cattolici ed anglicani convertiti nei luoghi viterbesi della sua umile infanzia, il rinnovarsi del pellegrinaggio dei fedeli viterbesi in Inghilterra al santuario (vicino Liverpool) dove è venerato il suo corpo.
Per accedere alla Chiesa di S Giacinta si consiglia di parcheggiare a Valle Faul e prendere l’ascensore di Piazza del Duomo.

Print Friendly, PDF & Email