Violenza sulle donne, Arena: “Insieme alle associazioni per aiutare chi si trova in difficoltà”

di DIEGO GALLI –

VITERBO – Inaugurazione allo spazio Pensilina del Sacrario, stamattina, per la nuova mostra “Scarpette rosse in ceramica e altre testimonianze d’arte – Per dire no alla violenza sulle donne”, l’iniziativa che vuole sensibilizzare il pubblico alla difficile problematica che ogni giorno le donne si ritrovano a vivere.

Presenti alla conferenza stampa, il sindaco Giovanni Arena, gli assessori Antonella Sberna e Alessia Mancini, la dirigente scolastica dell’Istituto Orioli Simonetta Pachella, la segretaria della CNA Viterbo Civitavecchia Luigia Melaragni e Marta Nori, presidente dell’associazione Kyanos e rappresentante Centro antiviolenza Penelope.

Come illustrato dalla Mancini, dal 23 al 28 novembre 2021 l’iniziativa non sarà limitata alle quattro mura dello spazio Pensilina, ma si estenderà a tutto il centro di Viterbo, con moltissimi commercianti che hanno scelto dare il loro supporto esponendo in vetrina le tristemente conosciute scarpette rosse, come anche tutto il materiale relativo agli aiuti che le istituzioni e le associazioni coinvolte hanno prodotto.

“Ancora oggi – ha dichiarato il sindaco Arena – siamo qui a parlare di una tematica che ci lascia sempre più perplessi per la frequenza dei casi in cui questi gravi fatti accadono. Nonostante questo, il Comune, le istituzioni e le associazioni hanno scelto di fare squadra, per fornire un supporto concreto e immediato a tutte le donne che si trovano in difficoltà e dei primi risultati si sono già potuti vedere”.

Riguardo alla mostra, l’assessore Mancini ha precisato come tutte le opere presenti, come quelle realizzate da Cinzia Chiulli e Daniela Lai, siano state donate in via totalmente gratuita per supporta questa importante iniziativa. Accanto a loro, il supporto dei ragazzi dell’Istituto Orioli e di molte altre realtà locali, che non hanno voluto far sentire la loro vicinanza.

“Scarpette rosse c’è, si sente e si vede – ha successivamente dichiarato l’assessore Antonella Sberna – Ognuno di noi, istituzione o associazione o privato cittadino, col proprio linguaggio, parli ai relativi stakeholder. Solo così sarà possibile raggiunge più persone possibile e renderle partecipi di questa iniziativa che, come ogni anno, si svolge a livello nazionale”.

A chiudere la conferenza, le parole della dirigente dell’Orioli Simonetta Pachella, che ha voluto ribadire come la scuola sia un cardine fondamentale nello sviluppo e nella crescita dei cittadini nel domani, così che possano essere giusti e sensibili per poter dar vita a una società più inclusiva verso tutti.

Print Friendly, PDF & Email