Viterbese, i commenti in conferenza

di ALESSANDRO PIERINI –

VITERBO – Marco Arturo Romano, presidente Viterbese: “Conferenza stampa per fare il punto della situazione. Classifica preoccupante, situazione brutta e difficile. Sembra la fotocopia dell’anno scorso e l’unica cosa positiva è che non siamo ultimi fanalini di coda, ma quest’anno il Messina fino ad ora fa peggio. Ci rendiamo conto del negativo. Cosa dobbiamo fare? Lavorare, cambiare il verso delle cose e da presidente

posso farlo in due modi: mettere mano al portafoglio ed incaricare professionisti di cambiarle. Concordo con il direttore sportivo che alcune cose vanno cambiate. Pochi punti, no colpa arbitri o sfortuna, ma assunzione di responsabilità. Credo di avere giocatori importanti, professionisti e di qualità ed aggiungendone altri adeguati si può cambiare le cose. Una cosa è certa: ce la metteremo tutta come abbiamo fatto l’anno scorso. Sono stati fatti errori, come anche io e la realtà dei fatti ha dimostrato che sono stati fatti. Siamo ospiti di Carlo Rovelli che ha dato una mano alla Viterbese e come club ci fa piacere, anche dell’ospitalità nella sede di CR Project. È il quarto anno che sono qui e non escludo in futuro di potere rafforzare la società con l’entrata di altri imprenditori, dovessero arrivare. Oltre al salvataggio della categoria dobbiamo fare tante cose, una tra queste lo stadio. Allenatore? Ad oggi siamo contenti di avere Pesoli alla guida come scelta.

Oscar Magoni, direttore sportivo Viterbese: “So che oggi vi aspettavate un giocatore. Barillà non era nei nostri piani, c’era stata la possibilità di portare avanti una trattativa, ma all’ultimo ha avuto una proposta di chiudere la carriera in Serie B. Non era nel piano A che continuiamo a perseguire. Sarà un mercato dove cercheremo giocatori utili alla Viterbese ed al suo obiettivo. Stiamo lavorando tanto ed il 3 gennaio la Viterbese avrà già 5/6 innesti che saranno pronti per Andria e Messina. Interverremo in tutti i reparti e gli under che verranno faranno parte di questi 5/6. Sto provando a mettere le priorità subito a disposizione. Stiamo costruendo una squadra sul 4-3-3 che può avere anche altri sviluppi. La situazione non è disperata, ma può essere riprese. Metteremo tutti le nostre forze e sono sicuro ci salveremo in qualunque modo, anche dovessimo passare per i play out. Non possiamo ora vendere fumo, la situazione è questa. Cessioni? Ci saranno perché naturalmente sarà così. Chi deve partire lo sa e, siccome la rosa può essere solo di 24, chi non vorrà partire verrà messo a fuori rosa. La Viterbese arriverà in fondo al campionato con 24/25 giocatori disponibili.”

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE