Viterbo, celebrata la consueta messa dei club service viterbesi

VITERBO – Celebrata dal vescovo mons. Fumagalli la consueta messa dei club service viterbesi, in ricordo dei soci defunti.

Un modo di sentirsi uniti e pregare, proseguendo nell’azione di aiuto del prossimo, per una cerimonia organizzata dalla presidente eletta del Serra Club, Beatrice Valiserra Pazzaglia. Nella basilica santuario Santa Maria della Quercia erano presenti i soci dei club Rotary e Lions, rappresentati dai presidenti Lamberto Scorzino e Giuliano Nisi, e le associazioni Panathlon, Soroptmist, Nimpha, Inner Wheel, Fidapa e gli Ordini del Santo Sepolcro, Malta e Cavalieri di San Giorgio.

Il vescovo ha sottolineato l’importanza della celebrazione: “Il ricordo dei nostri defunti ci fa ritrovare insieme e uniti possiamo fare slancio al servizio del bene comune nella comunità. In questa società liquida rischiamo di non avere chiarezza e finiamo senza punti valoriali di riferimento – ha precisato durante l’omelia -. Gli antichi conoscevano più di noi perché il loro valore di riferimento erano molto più limitati, oggi abbiamo tante conoscenze ma diventano nulla rispetto a quelle del nostro tempo. In ogni fratello che soffre, scavando, si scopre che manca l’amore, è con la ricerca della verità e dell’amore che si ritrova una vita di pienezza. Il nostro orientamento deve essere il fine – ha concluso ricordano le letture della messa – che per noi è prepararci all’incontro con il Signore, che ora ci permette di vivere meglio il segmento della vita terrena.

Al termine della celebrazione i club hanno raccolto e consegnato al vescovo Fumagalli una busta con le offerte dei soci, un piccolo gesto che possa far trascorrere momenti migliori a qualche famiglia bisognosa.

Print Friendly, PDF & Email