Viterbo: sgominata banda di ladri che agiva in pieno giorno

Brillante operazione della squadra Volante che ieri è riuscita a bloccare una banda di ladri all’interno di una villetta in strada Due Casali, già “visitata” questore-urtilo scorso agosto. Si tratta di tre uomini, un italiano e due albanesi, che hanno agito intorno alle ore 13 di ieri, quando sapevano che dentro la villa non c’era nessuno. Armati di tutto il necessario per scassinare il portone di ingresso, i tre, che non si sono accorti neanche delle telecamere che hanno ripreso tutta la scena,

hanno cominciato a forzare il cancello, ma questa volta la Polizia ha fatto in tempo ad acciuffarli, visto che l’ingresso della villa era collegato con un sistema d’allarme che ha segnalato subito il tentativo di furto alla Questura.

Con una lancia termica hanno prima rotto la serratura delle inferriate e poi con una lunga mazza hanno cominciato a battere contro la porta sfondandola. Sono riusciti così ad entrare nella villetta e ad rubare qualche oggetto, ma fuori si sono trovati gli uomini della Volante guidati da Alba Milioni. I poliziotti hanno dovuto sparare un colpo in aria, dopo aver intimato l’alt, per fermare uno dei tre che aveva tentato la fuga.

Stamani il Questore Urti (nella foto) ha illustrato le fasi di questa operazione, speigando come questa sia la terza banda di ladri che in pochi mesi la Polizia è riuscita a fermare. Il Questore ha parlato di un aumento di furti e di come la Polizia abbia aumentato i controlli sul territorio, facendo venire anche 6 macchine da Roma per un totale di 18 macchine al giorno per il pattugliamento del territorio.

I tre hanno patteggiato questa mattina: E.C (albanese) e G.C. (italiano) un anno di reclusione e 300 euro di multa. Sono già tornati in libertà con la condizionale. Resta, invece, in carcere, dove dovrà scontare la pena di un anno e tre mesi più il pagamento di una multa di 400 euro, M.C.(albanese), che è stato denunciato anche per violazione delle norme sull’immigrazione.

   

Leave a Reply