Viterbo, Solidarietà: un’asta e una cena per sostenere il progetto “Casa Famiglia”

di SIMONE CHIANI-

VITERBO – Nella serata di ieri si è svolta la “Cena della bontà” alla presenza della Sindaca Chiara Frontini, dell’assessore Patrizia Notaristefano e dei facchini di Santa Rosa. L’evento, presso la Sala Polifunzionale della Parrocchia della Sacra Famiglia, è stato incentrato in prevalenza sull’asta di beneficenza, con profitti da reindirizzarsi alle Piccole Suore della Sacra Famiglia e Caritas Sacra Famiglia di Don Luca Scuderi.

L’obiettivo degli organizzatori e dei partecipanti, ampiamente raggiunto, era quello di esprimere gratitudine verso coloro che operano a servizio dei minori in difficoltà, sostenendo in particolare il progetto “Casa Famiglia“, che in questi ultimi anni ha rischiato di interrompersi per difficoltà economiche

La cena in sé ha rappresentato, peraltro, un’ulteriore possibilità di contribuire all’opera di bene promossa fortemente, oltre che dal Comune di Viterbo, da Paolo Bracaglia e Don Luca Scuderi, promotori-responsabili dell’evento.

Gli oggetti, messi all’asta nei giorni scorsi, hanno riguardato la Viterbo del passato e del presente: 250€ sono stati devoluti per la spalletta (fila destra, n. 3) della Macchina di Santa Rosa Volo d’Angeli (anni ’60-’70), 160€ sono stati offerti per una maglia da gioco della Nazionale Italiana indossata da Leonardo Bonucci e 250€, infine, per un quadro del “maestro” Michele Telari, talentuoso artista viterbese.
Anche altre stampe e maglie sono state messe all’asta o come premio di lotteria durante il momento di convivialità.

Va sottolineato come l’importo finale delle varie aste e della cena sia stato devoluto completamente, al 100%, in beneficenza.

Si è trattato, dunque, di un vero e proprio ritorno a un consueto “appuntamento con la solidarietà”, che riprende ufficialmente il via in seguito allo stop forzato a causa della Pandemia da Covid19.

PHOTOGALLERY=

Print Friendly, PDF & Email