Viterbo, sospesa attività commerciale ed arrestato esercente

VITERBO – Nel fine settimana i Carabinieri della Compagnia di Viterbo, supportati da personale del Nucleo Cinofili di Roma Santa Maria di Galeria e del locale Nucleo Antisofisticazione e Sanità (N.A.S.), hanno dato corso a controlli di esercizi pubblici e monitorato le aree di maggiore aggregazione giovanile nel capoluogo. Venerdì sera nella frazione di Bagnaia i militari hanno arrestato in flagranza per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti un commerciante, trovato in possesso, a seguito di perquisizione nel proprio negozio di alimentari di cinque grammi di cocaina ed un bilancino di precisione; nella circostanza i militari specializzati del N.A.S. hanno notificato provvedimento di sospensione temporanea dell’attività, comminando sanzione amministrativa per complessivi 2.500 euro, avendovi rilevato carenze igienico sanitarie. Parallelamente, tra il centro storico e l’area di Valle Faul, pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno controllato circa quaranta persone ed una trentina di veicoli, elevando alcune sanzioni al C.D.S..


PRESUNZIONE DI INNOCENZA

Il soggetto indagato è persona nei cui confronti vengono fatte indagini durante lo svolgimento dell’azione penale; nel sistema penale italiano la presunzione di innocenza, art 27 Costituzione, è tale fino al terzo grado di giudizio e la persona indagata non è considerata colpevole fino alla condanna definitiva
.

Print Friendly, PDF & Email
Condividi con:
LEGGI TUTTE LE NOTIZIE