Viterbo, si è svolta ieri la VII edizione del Gala dei Cavalieri

Si è svolta ieri, presso l’hangar del 4°Reggimento Scorpione, la settima edizione del Gala dei Cavalieri, la serata di beneficenzasala-gala-cavalieri a favore di due associazioni di volontariato: Janine e Janette di Padre Stefano Scaringella ed Abc (Associazione Bambino Cardiopatico). Quest’anno l’evento si è anche avvalso della collaborazione dell’Avis . Presenti ieri il sindaco di Viterbo, Leonardo Michelini, la vice sindaco Luisa Ciambella, la consigliera comunale Daniela Bizzarri , il vice direttore della Confartigianato, Fosca Tasciotti, i Cavalieri di Malta, la

nota scrittrice e poetessa viterbese, Rosanna De Marchi, che ha presentato la sua ultima fatica letteraria: “1900, cent’anni di storie italiane” insieme al presidente dell’Anioc, Giancarlo Gabbianelli, dell’Avis, Luigi Ottavio Mechelli,comandate-troisi del presidente dell’Abc, Enzo Rocchetti e del Comm. Giovanni Mirulla, delegato regionale dell’Associazione Nazionale Insigniti Onorificenze Cavalleresche. A fare gli onori di casa il Comandante del 4° Reggimento Scorpione Col. Giuseppe Troisi insieme al Comandante del Comando Sostegno Aviazione dell’Esercito, Gen. di Brigata, Salvatore Mastrangelo. mirulla-mastriangeloLa serata ha visto anche la preziosa presenza di Padre Stefano Scaringella, il padre francescano che è riuscito non gabbianelli-padrestefanosolo a creare un ospedale in Madagascar, ma anche una scuola infermieri che porta il nome della città di Viterbo. Janine e Janette è bizzarril’associazione che prende il nome proprio dalle prime due gemelline salvate da Padre Scaringella, dato che in Madagascar i gemelli sono considerati delle sventure e vengono lasciati morire di inedia. Alla serata di ieri era presente anche il conte Cozzani dell’Anioc. Dopo l’intervento del Comandante Mastrangelo, che si è scusatomirulla-mechelli con il gentil sesso presente ieri per non aver potuto loro donare il tradizionale omaggio floreale, ricordando però come quei soldi andranno ad aiutare i medici ad eseguire le operazioni di cataratta in Madagascarmichelini-gala (con un solo euro si può pagare un singolo intervento, ndr), è stato donato alla famiglia del Colonnello Sandomenico, Capoconte servizio amministrativo del 4° Scorpione, deceduto qualche anno fa, un quadro del pittore Giovanni Diodato , raffigurante un militare ed uno spadino conficcato a terra. Dopo 40 anni trascorsi come tecnico meccanico nell’Aves, Diodato si trasferì a Vetralla negli anni ’80 conoscendo artisti di diverse espressioni pittoriche. Nel 1994 propose e fondò, a Vetralla, il Movimento Artistico Vetrallese, associazione culturale per soli pittori figurativi, di cui rimase presidente percuoco i successivi cinque anni. Proposto presidente onorario del MAV, fondò, nel 1998, il Circolo Artistico di Vetralla, usai-scaringellache subito aderì alla Federazione Italianagruppo Circoli Artistici fondata a Venezia,premiazione voluta dal sindaco di Vetralla Sandrino Aquilani per l’avvenuto gemellaggio Vetralla-Venezia.tutti-piedi Ha al suo attivo numerosi personali e partecipazioni a collettive nazionali ed internazionali. La serata è poi proseguita con la brava poetessa e scrittrice Rosanna De Marchi,de-marchi libro-demarchisostenitrice dell’associazione Janine e Janette, che ha presentato il suo ultimo libro insieme a Fosca Tasciotti.ciambella tasciottiTra coloro che hanno seguito da sempre il lavoro di Padre Scaringella il pensiero non è potuto non andare anche alla compianta collega Alessandra Corsi, capo ufficio stampa del Comune di Viterbo, che, prima di morire, lasciò detto di vendere le sue proprietà e donare i proventi a Padre Stefano. La serata è stata allietata dalla straordinaria voce della bravissima e nota artista della Tuscia Laura Leo, accompagnata al piano da Luigi Gentile. Laura Leo non solo ha interpretato in modo magistrale molti brani famosi, ma ha anche saputo condurre in maniera egregia la serata, tanto che già per il prossimo anno è stata riconfermata la sua presenza al Gala dei Cavalieri. laura-leoLa poliedrica artista ha, infatti, saputo intrattenere il pubblico presente non solo dando il meglio delle sue doti canore, ma anche sapendo presentare l’evento in modo elegante e sobrio, come la serata richiedeva. Molti i complimenti raccolti dalla Leo tra il pubblico, ma anche da parte degli stessi vertici dell’Aves e del 4° Scorpione. Ricordiamo che Laura Leo ha recentemente vinto l’importante premio Troisi e che prossimamente sarà premiata dal sindaco Michelini nella Sala Regia del Comune di Viterbo. Un merito poi speciale va al personale del 4° Reggimento Scorpione che, ancora una volta, non si è risparmiato, sapendo trasformare, nel giro di una settimana, un hangar militare in una sala adatta alla serata, accogliente ed elegante.


 

{gallery}galleria-foto/galacavalieri{/gallery}

   

Leave a Reply