Vitorchiano. Violata l’area chiusa per reati ambientali

Riceviamo e pubblichiamo una nota dei consiglieri di opposizione “Progetto Futuro” Massimiliano Baglioni e Raffaele D’Orazi. Vitorchiano image“Ormai i nodi sono al pettine. Sono passati due anni e mezzo dall’insediamento dell’amministrazione Olivieri. Oggi un altro fatto gravissimo piomba sul nome della città. Violata l’area interessata dal procedimento penale per reati ambientali”.

“Il Corpo Forestale dello Stato ha di nuovo sequestrato tutto il piazzale del capannone, oggetto di indagini dalla Procura di Viterbo, dopo aver appurato una movimentazione del terreno per mezzo di un caterpillar nella zona in cui il giorno prima le condizioni meteo non avevano consentito all’Arpa e allo stesso Corpo Forestale di prelevare campioni dal terreno. Ora pensiamo che sarà difficile per l’Arpa prelevare campionamenti da analizzare dall’area che è stata fortemente inquinata da tali manovre. La totale incapacità amministrativa di questa amministrazione stava per coinvolgere penalmente, ancora una volta, cittadini, in questo caso operai del Comune, in totale buona fede. Soprattutto si svela l’abbaglio che la città, provata da anni di speculazioni e di malversazioni di denaro pubblico, aveva preso: l’inesperienza, la sprovvedutezza, la mancanza di storia e cultura politica, tanto più se condite da una notevole dose di pregiudizi, di presunzione e di pura arroganza, non sono valori da premiare, ma carenze pesanti che se portate al governo di una città non possono che produrre danni e costi per tutti. Abbiamo un Comune bloccato, privo di guida, ripiegato su sé stesso, incapace di progetti di largo respiro, di valorizzare le proprie risorse. Dopo la stagione del debito e della svendita del territorio, Vitorchiano non si merita la stagione del dilettantismo e dell’approssimazione. Vedere arrivare sul posto, convocati dalle forze dell’ordine, il Sindaco Nicola Olivieri, la responsabile dell’UTC arch. Monica Maddaloni e poi l’assessore Giuseppe Bagnato e la consigliera Alessandra Scorzoso e sentire scaricare come al solito su altri le colpe di tale aberrante violazione non ci lascia altra scelta che chiedere al Prefetto lo scioglimento di questa amministrazione per grave e reiterata incapacità amministrativa dimostrata in due anni e mezzo attraverso continui fallimenti aggravati da illeciti penalmente rilevanti”

   

Leave a Reply