Volontari della Prociv di Viterbo in Piazza per… Terremoto“Io non rischio”

Volontari che formano volontari, che a loro volta formano e informano i cittadini sull’importanza di avere un ruolo attivo nella riduzione del rischio sismico: questoprociv-vt lo scopo della campagna nazionale di comunicazione “Terremoto io non rischio”.

La PROCIV Viterbo sarà presente con uno stand informativo nei giorni prefissati del 28 e 29 settembre in Piazza Verdi (P.za del Teatro) dalle 10 alle 19. Volontari di Protezione Civile, istituzioni e mondo della ricerca scientifica sono insieme per il terzo anno per

la prevenzione del rischio sismico: è partita in questi giorni la formazione dei volontari di “Terremoto io non rischio”, la campagna di comunicazione nazionale per la riduzione del rischio sismico promossa dalla Protezione Civile e dall’Anpas-Associazione Nazionale delle Pubbliche Assistenze, in collaborazione con l’Ingv-Istituto Nazionale di Geofisicamarino-cantales-prociv e Vulcanologia ,con ReLuis-Consorzio della Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica, l’Associazione Nazionale PROCIV ARCI e in accordo con le regioni e i comuni interessati. L’iniziativa è giunta alla terza edizione e si svolgerà nel weekend del 28 e 29 settembre 2013 su quasi tutto il territorio nazionale, coinvolgendo più di 200 comuni italiani a rischio sismico, o ritenuti particolarmente rilevanti per un’efficace informazione alla popolazione su questo tema.

Nel 2011 la campagna è stata realizzata in via sperimentale in nove piazze di sei regioni italiane, mentre l’edizione 2012 ha coinvolto 102 piazze di quasi tutte le regioni della Penisola. Obiettivo della campagna è promuovere una cultura della prevenzione, formare un volontario più consapevole e specializzato ed avviare un processo che porti il cittadino ad acquisire un ruolo attivo nella riduzione del rischio sismico.

I volontari di protezione civile, che sonoprociv-volontari già formati sul tema del rischio sismico, istruiranno a loro volta altri volontari, diventando quindi attori di un processo di diffusione della conoscenza. Nel corso dei mesi passati sono stati formati circa 180 volontari, mentre, alla fine del percorso, saranno più di 3.000 i volontari istruiti.

 

www.procivviterbo.it

   

Leave a Reply